domenica,Maggio 19 2024

Azione, Lombardo dice no a Madeo: «Lefosse è il legittimo segretario»

Il senatore, commissario regionale del partito, auspica però che a Corigliano Rossano ritorni un clima sereno dopo l'avvicendamento nel gruppo consiliare

Azione, Lombardo dice no a Madeo: «Lefosse è il legittimo segretario»

Il senatore Marco Lombardo, commissario regionale dei Azione, ha risposto con estrema celerità e negativamente alla richiesta di commissariamento della federazione provinciale di Cosenza. Come noto, era stata formulata dall’ex capogruppo in Consiglio comunale a Corigliano Rossano Francesco Madeo e da altri undici membri della direzione provinciale. Per farla breve, dopo l’avvicendamento con Scarcello nell’assise del comune ionico, lo stesso Madeo ha accusato il segretario Giovanni Lefosse di aver violato «gli accordi che hanno consentito la presentazione di una lista unitaria al congresso».

Leggi anche ⬇️

Non la pensa in questo modo l’attuale leader del partito in Calabria. «Il segretario provinciale Giovanni Lefosse è pienamente legittimato dal voto degli iscritti e dalla fiducia della direzione provinciale eletta nello scorso mese di ottobre: a lui spetta l’onere e l’onore di guidare in uno spirito unitario il partito di Azione sulla provincia di Cosenza» si legge in un documento interno».

Azione fa sapere che il senatore Marco Lombardo in diverse occasioni ha auspicato che non venisse modificato il ruolo di capogruppo del Comune di Corigliano-Rossano, ma ricorda a tutte le parti coinvolte che le decisioni relative alle istituzioni sono prerogative dei consiglieri comunali eletti e non dei partiti. Lombardo altresì conferma che l’accordo unitario alla base dell’elezione della segreteria provinciale di Cosenza risulta rispettato, nella misura in cui non sono state prese decisioni in merito alle coalizioni da scegliere in vista delle prossime elezioni amministrative sul comune di Corigliano-Rossano.

Lombardo ha ribadito anche che «la scelta delle elezioni comunali verrà determinata dai risultati del congresso cittadino, da svolgersi dopo la conclusione del congresso regionale, per cui sarà il nuovo segretario cittadino, eletto dagli iscritti di Azione, a prendere le opportune decisioni sulle alleanze amministrative, in coordinamento con il segretario provinciale di Cosenza ed il segretario regionale di Azione in Calabria».

Leggi anche ⬇️

Stigmatizzando l’uso improprio della diffusione di comunicati interni alla vita del partito, ha ricordato anche «gli organismi deputati a queste discussioni interne sono gli organi interni del partito quali la direzione provinciale, che auspica venga al più presto convocata dal segretario provinciale, e la direzione cittadina che va convocata con il coinvolgimento di tutti i consiglieri comunali di Azione e del segretario provinciale».

Nel suo intervenendo ha espresso infine auspicio che «il clima di fiducia e rispetto reciproco possano essere ristabiliti anche nel comune di Corigliano-Rossano, in linea con lo spirito unitario con il quale si procederà sabato prossimo alla elezione del segretario regionale e del presidente regionale di Azione in Calabria, dando forza e continuità al percorso di rafforzamento e radicamento che Azione sta avendo in Calabria».

Articoli correlati