domenica,Maggio 19 2024

Cetraro in dissesto finanziario. Si dimette il presidente del Consiglio Giovanni Rossi

Dopo il voto in assise, con cui il provvedimento è passato con i soli voti della maggioranza, ha rimesso il suo mandato a Cennamo

Cetraro in dissesto finanziario. Si dimette il presidente del Consiglio Giovanni Rossi

Il voto in Consiglio comunale a Cetraro sul dissesto finanziario dell’Ente ha dato semaforo verde con le sole alzate di mano degli esponenti di maggioranza. La minoranza ha abbandonato l’aula, mentre presidente del pubblico consesso Giovanni Rossi ha espresso parere negativo. Da qui il passo successivo: rassegnare le proprie dimissioni al sindaco Ermanno Cennamo.

A commentare il clamoroso gesto è “Cetraro in Azione” sostenuto dall’ex consigliere regionale Giuseppe Aieta. «Le dimissioni del presidente del consiglio, Giovanni Rossi, giungono a seguito di una decisione sofferta ma coerente. Abbiamo sempre avvertito, Giovanni Rossi, come nostro presidente e non solo della maggioranza, tant’è che all’atto della sua elezione le minoranze non presentarono alcun candidato alternativo in quanto riconoscevano allora, ed oggi ancor di più, l’alto profilo istituzionale che incarnava e che garantiva i diritti di tutti i consiglieri».

«La sua decisione di votare contro la dichiarazione del dissesto, adducendo motivazioni politiche coerenti e trasparenti – si legge nella nota – restituisce alla città un quadro di Politica con la P maiuscola che fa ben sperare per il futuro di una città che ormai richiede solo competenze, esperienze, visione e che non riduce la politica solo alla gestione spicciola del potere attraverso operazioni trasformistiche che fanno danno alla città e ai cittadini. Cetraro, con le dimissioni del presidente del consiglio, oggi scrive una pagina nuova di politica bella, coerente, alta che restituisce entusiasmo a tanti giovani che alla politica si sono avvicinati e che devono trovare per il futuro le ragioni dell’unità».

«A tal proposito, non può considerarsi secondario il ruolo svolto dal movimento politico Cetraro Attiva, di appartenenza del presidente del consiglio, che ormai da tempo non nascondeva il disagio per una gestione non più in linea con le pretese di sviluppo e di crescita che non si sono mai palesate. Rispetto a questo quadro – conclude il comunicato – non possiamo che esprimere sincera stima ed apprezzamento per il presidente Rossi e il suo gruppo politico».

Articoli correlati