Tutte 728×90
Tutte 728×90

Modesto: «Rende, adesso non fermarti. Leviamoci altre soddisfazioni»

Modesto: «Rende, adesso non fermarti. Leviamoci altre soddisfazioni»

Il tecnico del Rende felice della vittoria ritrovata dopo 3 mesi. Modesto: «Alleno un gruppo sano, ma ho tanta rabbia addosso».

Una vittoria rabbiosa quella di mister Modesto. Dopo quasi 3 mesi nei quali il successo era diventato lettera morta, i biancorossi, nello scontro con l’ex allenatore Bruno Trocini, tornano ad ottenere i tre punti valevoli a riacchiappare la zona playoff, la quale era sfuggita nel turno passato ad opera del “Villa”. Il pareggio, dopo l’avvio di Rossini, biancoazzurro targato Marino aveva affievolito, ma solo temporaneamente, la grinta dei padroni di casa. Nella ripresa, azzeccato l’ingresso di Borello, il Rende ha guadagnato terreno e le linee di campo dei pugliesi si stavano sempre più divaricandosi, anche grazie all’azione di sommovimento messa in atto dall’esterno catanzarese. Borello ha mandato in tilt la marcatura ospite siglando il vantaggio. Rete festeggiata intensamente insieme al mister Modesto, accorso quasi al centro del campo ad abbracciare i propri ragazzi.

Rabbia

«Oggi sono più arrabbiato rispetto alle volte passate – afferma Modesto nel dopo gara – perché questa squadra ha abbassato la guardia in altre partite molto importanti. Oggi hanno messo la cattiveria per raggiungere il risultato. Ci sono errori, come le circostanze del pareggio pugliese (ennesimo goal preso da calcio piazzato, ndr). Non può succedere sempre così, i ragazzi devono avere la mente libera». L’allenatore crotoniate esce dal tunnel tumultuoso delle 8 sconfitte degli ultimi 10 turni, ritrovando una squadra che non ha dimenticato le pratiche con cui accedere alla vittoria. «A livello fisico – continua – i ragazzi stavano benissimo. Non guardo la giocata, a me piace l’impegno, la tenacia che non deve mancare mai al Rende. Ho la fortuna di allenare un gruppo sano, il quale non mi ha mai voltato le spalle. Però, ho tanta rabbia addosso. Nelle prossime 9 gare possiamo toglierci tante altre soddisfazioni».

Svolta Borello

La partita è cambiata in modo decisivo dopo l’ingresso in campo di Borello, esterno di attacco scuola pitagorica. I dribbling, la sua velocità, hanno sfibrato la corteccia biancoazzurra. «Nel secondo tempo – riprende Modesto – abbiamo preso più campo. Sapevamo del valore del Francavilla. Trocini è un mister preparato, abile nei calci piazzati. Ognuno ha le proprie caratteristiche. Il Borello di oggi lo voglio vedere per altre 8 partite. Per il resto, dobbiamo lavorare a 2000 all’ora in vista del prossimo impegno contro la Reggina (si giocherà lunedì sera con diretta Rai Sport, ndr)». Infine, il tecnico ha sottolineato la crescita dell’attaccante Maikol Negro, mentre per Galli la stagione termina anticipatamente. Causa infortunio ai legamenti del ginocchio sinistro. (Giulio Cava)

Related posts