lunedì,Giugno 17 2024

La storia di Maria Stefanelli: «Prigioniera del clan Marando dopo il matrimonio»

Un film dell'orrore che si conclude con la collaborazione e la fuga insieme alla figlia. Ecco gli audio della sua confessione

La storia di Maria Stefanelli: «Prigioniera del clan Marando dopo il matrimonio»

Lo zio e i fratelli morti ammazzati, un matrimonio che si tramuta in un film dell’orrore, una vita segnata da violenza e tragedie. Il racconto di Maria Stefanelli è agghiacciante, testimonianza diretta della crudeltà della ‘ndrangheta. La sua storia, raccontata in prima persona durante una lunga testimonianza in tribunale, è stata mandata in onda nell’ultima puntata di Mammasantissima – Processo alla ‘ndrangheta, andata in onda martedì 28 febbraio.

Maria Stefanelli inizia parlando della sua famiglia, segnata da lutti e arresti. «Eravamo 9 figli, sette del primo papà Nicodemo Stefanelli morto di infarto, poi mia mamma si è sposata con il fratello di mio papà Antonino Stefanelli, quello che è scomparso. Con lui, il mio patrigno, sono nati altri due figli. Vincenzo Stefanelli è vivo, Antonio Stefanelli sparito, Francesco Stefanelli morto, Rocco Stefanelli morto… è stato trovato ucciso in un carcere. Poi ci sono Marco Stefanelli, Patrizia, Giuseppina, Lina e io».

Continua a leggere l’articolo su Lacnews24.it

Articoli correlati