Tutte 728×90
Tutte 728×90

“CINQUE LUSTRI” | Nel Pd regionale parla solo Guccione: «Occhiuto parli di piazza Bilotti in Consiglio comunale»

“CINQUE LUSTRI” | Nel Pd regionale parla solo Guccione: «Occhiuto parli di piazza Bilotti in Consiglio comunale»

E’ l’unico esponente regionale del Partito democratico che ha speso due parole sull’inchiesta della Dda di Catanzaro. Il consigliere regionale ha elogiato il lavoro investigativo che ha permesso di far venire a falla un sistema di potere mafioso e di corruzione.

«L’importanza dell’operazione condotta dalle Procure di Catanzaro e Reggio Calabria testimonia l’impegno, le capacità e la professionalità della magistratura e delle forze dell’ordine che hanno scoperchiato un sistema di potere e di intrecci tra ’ndrangheta, imprenditoria, apparato burocratico e istituzioni». E’ quanto afferma Carlo Guccione, consigliere comunale e coordinatore della coalizione La Grande Cosenza.

«Un quadro – sostiene Carlo Guccione – allarmante che, di fatto, altera il libero mercato e falsa l’economia della nostra regione. Dimostra la capacità di infiltrazione del sistema criminale». E ancora: «Ci saremmo aspettati – precisa Carlo Guccione –  da parte del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, un approccio trasparente e responsabile rispetto a tale vicenda. Anche perché questa amministrazione comunale in un recente passato è stata alle prese con questioni che riguardano lo “spezzatino” degli appalti e degli affidamenti diretti». Come abbiamo raccontato, seguendo passo passo l’inchiesta, la Dda di Catanzaro non contesta per ora le procedure d’appalto della gara ma i flussi finanziari del gruppo Barbieri verso il clan Muto. Non solo per i pagamenti di piazza Bilotti, ma anche per quelli di Lorica e Scalea. 

«Ritengo indispensabile – sottolinea Carlo Guccione – che il primo cittadino di Cosenza convochi immediatamente un consiglio comunale urgente durante il quale debba chiarire tutti i passaggi, attraverso una dettagliata relazione, in riferimento all’appalto di “Riqualificazione e Rinfunzionalizzazione ricreativo-culturale di Piazza Bilotti e Realizzazione di un parcheggio multipiano interrato” e in riferimento all’appalto di oltre 35 milioni di euro, pubblicato sul sito del Comune il 08/06/2015, “Realizzazione dell’ampliamento dei cimiteri di Cosenza per la gestione dei servizi cimiteriali e accessori e per la gestione del servizio di illuminazione votiva».

«La città – afferma Carlo Guccione – deve conoscere la verità e deve sapere se l’operato del Comune di Cosenza è stato lineare e rispettoso delle regole», conclude la nota.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it