Tutte 728×90
Tutte 728×90

Migranti al Motel Sybaris… in attesa della Corte di Cassazione

Migranti al Motel Sybaris… in attesa della Corte di Cassazione

Nei giorni scorsi il porto di Corigliano è stato protagonista dell’ennesimo sbarco di migranti che pochi giorni fa ha avuto ricadute anche dal punto di vista penale con il decreto di fermo di tre presunti scafisti arrestati dalla procura di Castrovillari perché accusati di aver portato in territorio italiano in modo illegale uomini, donne e bambini provenienti dall’Africa. 

Avendo già esaurito i posti in cui sistemare i migranti, il prefetto di Cosenza aveva emesso un provvedimento d’urgenza temporaneo affinché buona parte dei soggetti arrivati in Calabria potessero andare in una struttura libera, individuata nel Motel Sybaris di Cassano all’Jonio che, come vi abbiamo raccontato, è attualmente sottoposto a confisca da parte dello Stato.

Tuttavia, nei mesi scorsi la Corte d’Appello di Catanzaro ha annullato il provvedimento del tribunale di Cosenza, dando ragione alla linea difensiva presentata dagli avvocati Enzo Belvedere e Antonio Sposato per conto dell’imprenditore Augusto Costa. Quindi revoca della confisca che è stata impugnata dalla Dda di Catanzaro, che poche settimane fa ha depositato ricorso in Cassazione.

L’udienza ancora non è stata fissata, ma qualora gli ermellini dovessero confermare il provvedimento di revoca Augusto Costa tornerà ad essere di nuovo il legittimo proprietario della struttura, altrimenti si proseguirà molto probabilmente con l’iter giudiziario se i giudici della Cassazione decideranno per un nuovo esame.

Il problema dei migranti dunque si riproporrà tra pochi mesi. La macchina organizzativa che li accoglie più volte ha dichiarato di non essere in grado di esaudire tutte le richieste. Il sindaco di Corigliano, Giuseppe Geraci ha chiesto aiuto allo Stato, ma come sappiamo l’argomento è al centro di uno scontro politico tra l’Italia e altri Stati membri dell’Unione Europea. (Antonio Alizzi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it