lunedì,Febbraio 6 2023

Cosenza, la Curva Sud: «Non incontreremo Guarascio dal sindaco. Ormai è tardi»

Gli ultrà della Bergamini rinnovano l'appuntamento della manifestazione di venerdì e si rivolgono al primo cittadino: «Se proprio vuole interessarsi allo sport pensi ad un assessorato mancante, alla promozione e alla diffusione dello sport tra i più giovani e alla manutenzione delle strutture»

Cosenza, la Curva Sud: «Non incontreremo Guarascio dal sindaco. Ormai è tardi»

La Curva Sud non parteciperà all’incontro di domani mattina in Comune. Gli Ultrà Cosenza 1978 hanno deciso di non accomodarsi al tavolo convocato dal sindaco Franz Caruso a cui ha aderito il presidente Eugenio Guarascio. Ne hanno spiegato le ragioni in un comunicato. «Evidentemente il comunicato congiunto delle due curve, la manifestazione in programma venerdì ed i numeri della trasferta di Modena fanno paura. In pochissimo tempo il sindaco Caruso si è attivato per organizzare un incontro tra i tifosi ed il presidente Guarascio. A questo incontro noi non saremo presenti».

Leggi anche ⬇️
Leggi anche ⬇️

«Sono anni che Guarascio non si è degnato di incontrare la tifoseria – continua la Curva Sud Bergamini -. Guarda caso proprio ora che rischia di vedere sgonfiate le sue tasche per la scadenza dell’appalto sulla raccolta dei rifiuti decide di accettare l’invito del sindaco. A noi dei vostri interessi personali non frega niente. Non abbiamo intenzione di ascoltare le vostre false promesse». Ribadendo che non hanno intenzione di accomodarsi a quel tavolo, evidenziano che «questo incontro ci sembra un becero tentativo di spegnere la rabbia legittima di una città e di una provincia».

«Ormai è troppo tardi – tagliano corto -. Il sindaco anziché provare a fare da pompiere in una frattura insanabile pensi ai problemi reali della città. Se proprio vuole interessarsi allo sport pensi ad un assessorato mancante, alla promozione e alla diffusione dello sport tra i più giovani e alla manutenzione delle strutture sportive che troppo spesso cadono a pezzi. Rinnoviamo l’invito a partecipare alla manifestazione di venerdì 27, alle 18, a Piazza Fera».

Articoli correlati