Tutte 728×90
Tutte 728×90

PD NEL CAOS | Guccione e l’Ncd verso il no alla proposta dem. E Paolini non molla…

PD NEL CAOS | Guccione e l’Ncd verso il no alla proposta dem. E Paolini non molla…

Il consigliere regionale e il Nuovo Centrodestra non intendono accettare l’intesa nei modi che è stata avanzata dai democrat perché non unirebbe il centrosinistra, visto che l’avvocato Paolini rimarrebbe fuori dall’accordo. Quest’ultimo si “offre” come candidato sindaco unitario

Stanotte ci siamo chiesti come sarebbero finite le trattative tra il Pd e l’Ncd sull’intesa elettorale da trovare sul nome di Carlo Guccione e la risposta a distanza di oltre 12 ore sembra quasi scontata: l’accordo non ci sarà. I telefoni da bollenti rischiano di diventare freddissimi, nel senso che tra i due partiti potrebbe scendere un grande gelo, visto che Guccione in primis non intende accettare la proposta e in secundis Enzo Paolini non farà alcun passo indietro, anzi. Il senso delle parole dell’avvocato, esponente del Pse, sono quelle di un politico che si offre per la carica di candidato sindaco di tutto il centrosinistra e non di una parte. Insomma, la situazione non si sblocca. E non bastano i contatti tra Cosenza e Roma per mettere tutti d’accordo. Nella città dei bruzi la riunione prevista inizialmente stasera è stata rinviata a domani, ma difficilmente arriverà la fumata bianca tanto attesa da Magorno e soci. Il Partito democratico, proponendo Guccione, pensava di poter irrompere nell’accordo Pse-Ncd che al momento non intendono separarsi, anche perché le faide interne ai democrati cosentini non garantiscono a nessuno una stabilità politica che la città di Cosenza meriterebbe per cinque anni. E i consensi per Paolini candidato sindaco nelle prossime ore potrebbero aumentare. Anche la famiglia Morrone sarebbe pronta a sostenere l’avvocato insieme ai Gentile. Guccione, invece, ha fatto capire che preferirebbe partecipare a un progetto unitario ma da semplice portatore di voti. Cosa succederà a questo punto? Le soluzioni sono due: il Pd prende atto del rifiuto di Guccione e dell’Ncd, e crea i presupposti per convergere su Paolini oppure spaccatura su tutto così da portare i democrat cosentini a presentare uno tra Nicola Adamo e Giacomo Mancini (quest’ultimo favorito) e all’asse Pse-Ncd di proseguire il percorso intrapreso con la possibilità di avere come alleato anche Ennio e Luca Morrone. Come nel 2011 sarà Occhiuto a beneficiare di queste divisioni? Ai posteri (o ai giudici) l’ardua sentenza… (a. a.)

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it