Dalla CalabriaGiudiziaria

Amantea, per le mense scolastiche «in Comune c’è stata una “guerra”»

La gestione delle mense scolastiche è uno dei punti all’ordine del giorno dell’inchiesta della procura di Paola, condotta dalla Guardia di Finanza di Paola e Amantea.

Indagini, nello specifico, che sono partite nel 2014 e hanno avuto una conclusione oggi, ma come hanno dichiarato inquirenti e investigatori in conferenza stampa, potrebbero esserci ulteriori sviluppi a seguito delle perquisizioni effettuate nelle province di Cosenza, Crotone e Catanzaro.

La refezione scolastica aveva attirato l’interesse di  Fabrizio Ruggiero della Apa Multiservizi, non in regola col Durc. Irregolarità confessata anche all’ex presidente del Consiglio comunale Linda Morelli, indagata con l’accusa di turbativa d’asta insieme a Ruggiero, Anna Concetta Trafficante e Nicola Raso.

Succede che il 4 novembre del 2011, Ruggiero chiama la Morelli, che in quel periodo aveva la delega in materia di mensa e trasporto scolastico, esponendole la problematica del Durc della Ristoservice impresa in avvalimento con l’Apa, aggiungendo che se fossero stati esclusi per loro sarebbe stata una rovina avendo già anticipato denaro per organizzare il servizio.

Il giorno dopo, Nicola Raso della Ristoservice tenta di contattare tramite terze persone non identificate, Salvatore Saccomanno (ex gestore della mensa scolastica), che aveva sollevato in Comune la problematica dell’irregolarità del Durc della Ristoservice, per indurlo a desistere dalle contestazioni. Così Raso incontra Saccomanno, al quale ribadisce ciò che gli avrebbe mandato a dire per altri soggetti.

E’ il 6 novembre del 2014 quando la Morelli avrebbe dato rassicurazioni a Ruggiero che avrebbe chiuso un occhio sulla problematica dell’irregolarità del Durc della Ristoservice. Quattro giorni dopo la Morelli avrebbe detto a Ruggiero di aver parlato con Anna Concetta Trafficante, titolare del procedimento, che le avrebbe dato la sua disponibilità a far partire il servizio.

Fatti, secondo la procura di Paola, che avrebbero turbato la gara d’appalto applicando il procedimento sotto soglia per l’affidamento del servizio di refezione scolastica per l’annata 2014/2015, aggiudicata poi dall’Apa Multiservizi.

In verità, nel mese di ottobre Ruggiero era preoccupato del fatto che la Trafficante potesse opporsi a queste pressioni, visto che la ditta di cui era titolare non era in regola con l’Inps. Ma è proprio la Morelli che lo tranquillizza: «Se c’è da chiudere un occhio su qualcosa… ma su questo ci sarà anche Emma Pati che risponderà».

Sempre la Morelli, riportano i finanzieri di Paola e Amantea, aveva spiegato a Ruggiero che «in Comune c’è stata una “guerra”, è intervento anche il sindaco (Monica Sabatino, ndr), al quale lei ha proposto di fare un provvedimento disciplinare nei confronti della Trafficante, anche perché “… si era permessa di andare a fare dei sopralluoghi nei refettori delle mense senza dire niente a nessuno… neanche a Pileggi… non si può accettare… mo’ vediamo se ve la firma questa autorizzazione… sennò vediamo come si deve fare”».

PARCHEGGI AUTO. Uno degli ultimi capi d’accusa, presenti nell’ordinanza di custodia cautelare, è quello riguardante la gestione dei parcheggi auto, ovvero le strisce blu a pagamento.

Nel caso di specie, sono indagati l’ex presidente del Consiglio comunale Linda Morelli, l’imprenditore Fabrizio Ruggiero, Giacomo e Giuseppe Bazzarelli e il capo dei vigili urbani Emilio Caruso.

Le indagini hanno evidenziato come anche in questo caso il dirigente di settore aveva affidato i lavori con un cottimo fiduciario, ovvero sotto soglia. Morelli avrebbe assicurato Ruggiero che la proroga sarebbe stata firmata. Susseguono una serie di contatti tra Ruggiero e gli altri indagati al fine di tenere la situazione sotto controllo ed ottenere ciò che voleva l’imprenditore, grazie anche al capo della polizia municipale.

Ma l’inchiesta riguarda anche il servizio dei cani randagi, una tentata estorsione per la fornitura di legna da ardere, una tentata concussione e la manutenzione del porto turistico, sui quali torneremo in altri servizi. (Antonio Alizzi)

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina