Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza mai più prigioniero del sogno B. Siena a casa (3-1), tifosi in delirio

Cosenza mai più prigioniero del sogno B. Siena a casa (3-1), tifosi in delirio

– Di Antonio Clausi
Bruccini, Tutino e Baclet mettono l’ultimo sigillo ad una cavalcata meravigliosa. Il Siena, che aveva accorciato con Marotta, non tiene testa all’undici di Braglia. Cosenza in B dopo 15 anni.

E’ la notte che intere generazioni non dimenticheranno mai. Le nuove perché mai prima avevano provato cosa significasse giocare in Serie B per il Cosenza, le vecchie perché hanno fatto di colpo un tuffo nel passato in un’epoca che il tempo ha cancellato. Il periodo d’oro del calcio cosentino, plasmato sulle migliaia di tifosi in trasferta, su campionati con il profumo della A e su campioni in erba transitati dal Marulla, di colpo si riaffaccia dalle parti del San Vito. I rossoblù, battendo il Siena 3-1, tornano tra i cadetti accompagnati da circa 10mila supporter in tripudio, arrivati a Pescara in ogni modo e da ogni parte d’Europa. Chi da Barcellona, chi da Berlino, chi da Dubai nessuno ha voluto perdersi un evento del genere. E’ stato ripagato dai gol di Bruccini, Tutino e Baclet che hanno chiuso una parentesi lunga 15 anni. Tanto, infatti, è passato dall’ultima gara giocata a Marassi contro il Genoa.

Braglia scioglie i dubbi della vigilia e decide di schierare Camigliano e non Baclet: è 3-5-2. A protezione di Saracco ci sono anche Idda e Dermaku, mentre D’Orazio e Corsi agiscono come al solito sulle corsie laterali. Palmiero giostra in regia, con Bruccini e Mungo mezzali. Davanti ci sono Tutino e Okereke. Mignani, senza 5 squalificati e un paio di infortunati, si affida alla verve di Marotta.

La mossa tattica di Mignani è posizionare Neglia alle spalle di Marotta e di Emmausso e di dare a Cleur libertà di inserimento. Il Cosenza parte in sordina, non forza i ritmi, ma fa capire all’avversario di essere sul pezzo con una serie di interventi energici. Il Siena occupa meglio la trequarti dei Lupi, con i rossoblù che impiegano un po’ a dispiegarsi. Quando lo fanno confezionano la prima occasione pericolosa: D’Orazio va da solo e chiama Pane all’intervento con i pugni. E’ il segnale che fa guadagnare campo all’undici calabrese e prendere fiducia al centrocampo. E’ il 35’ infatti quando Bruccini, nel giorno del suo sesto anniversario di matrimonio, gonfia la rete su un assist al bacio di Tutino. Da matita rossa, però, l’errore dei bianconeri che ha innescato il contropiede. L’Adriatico è una bolgia e Mungo per poco al 45’ non manda al camposanto prima del tempo i toscani. Negli spogliatoi si rientra con un “Lupi Lupi Lupi” d’altri tempi.

E il rientro in campo è da mille è una notte. Tutino si fa tutto il campo palla al piede, fa allargare Okereke e Mungo e scaglia un destro malefico sotto l’incrocio. è fatta. Non proprio perché Mignani passa al 4-2-4 e al 27’ Dermaku stende Marotta in area che trasforma il rigore concesso da Massimi di Termoli. E’ un episodio, casuale più che altro. Il forcing finale del Siena non c’è. C’è la B, come Baclet che fa 3-1 al 41’, per il Cosenza.

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in divisa bianca, Siena in maglia nera
7′ Il primo tiro è del Siena. Neglia ci prova dalla distanza ma la sfera termina sul fondo
14′ Okereke colpisce di testa dal limite cercando di sorprendere Pane ma non riesce a colpire bene e l’estremo difensore toscano blocca senza problemi
23′ D’Orazio va via sulla sinistra entra in area di rigore e prova il tiro, Pane rispinge con i pugni allontanando la minaccia
26′ Palmiero servito da Tutino ci prova dal limite ma il tiro viene bloccato facilmente da Pane
32′ Bruccini ci prova su punizione dal limite ma la sfera sbatte sulla barriera
36′ Gooooooooooool del Cosenza. Tutino va via in contropiede entra in area di rigore e serve Bruccini che arriva da dietro e mette la sfera alle spalle di Pane
44′ Occasionissima per il Cosenza. Okereke prende palla entra in area e serve Mungo che prova subito il tiro ma la sfera termina di pochissimo a lato
45′ Due minuti di recupero
SECONDO TEMPO
2′ Gooooooooool del Cosenza. Tutino va via dal limte fa partire un gran tiro che si insacca sotto l’incrocio: 2-0
6′ Doppio cambio per il Siena. Fuori Sbraga e Cleur, dentro D’Ambrosio e Guerri
21′ Gran giocata di D’Orazio sulla sinistra, l palla arriva sui piedi di Mungo Mungo che prova il tiro ma la mira non è precisa ed il tiro termina fuori
22′ Dentro Guberti, Fuori Emmausso
25′ Dentro Baclet e Calamai, fuori Okereke e Mungo
27′ Gol del Siena. Marotta trasforma un penalty concesso dal direttore di gara per un fallo di dermaku sullo stesso attaccante senese
30′ Bruccini entra in area di rigore serve Tutino che però non riesce a calciare bne verso la porta
31′ Bruccini ci prova dalla distanza, ma Pane riesce a bloccare
40′ Cambio per il Cosenza. Fuori Tutino, dentro Perez
42′ Goooooooooooool del Cosenza. Palmiero mette al centro, Baclet interviene e mette la palla in rete: 3-1
44′ Doppio cambio per il Cosenza. Fuori Corsi e Palmiero, detro Boniotti e Loviso. Cambio anche per il Siena dentro Solini e fuori Damian
45′ Quattro minuti di recupero
45’+4′ E’ SERIE BBBBBBB

Il tabellino:
COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Camigliano; Corsi (45’ st Boniotti), Bruccini, Palmiero (45’ st Loviso), Mungo (25’ st Calamai), D’Orazio; Tutino (39’ st Perez), Okereke (25’ st Baclet). A disp.: Zommers, Pasqualoni, Ramos, Braglia T., Trovato. All.: Braglia P.
SIENA (4-3-1-2): Pane; Brumati (7’ st Guerri), Sbraga (7’ D’Ambrosio), Panariello, Mahrous (45’ st Solini); Cleur, Damian, Vassallo (45’ st Dossena); Neglia; Marotta, Emmausso (23’ st Guberti). A disposizione: Crisanto, Biancalani, Cristiani, Fontana, Nassi, Panariello, Rossi. Allenatore: Mignani
ARBITRO: Massimi di Termoli
MARCATORI: 35’ pt Bruccini (C), 3’ st Tutino (C), 28’ st Marotta (S, rig.), 41’ st Baclet (C)
NOTE: Spettatori circa 10mila, di cui 8mila di fede rossoblù. Espulsi: -; ammoniti: Baclet (C), Marotta (S), Marhous (S); angoli: 3-1; recupero: 2’ pt – 4’ st

 

Related posts