CronacaDalla Calabria

Come nella fiction di Montalbano, “Il ladro di merendine” arrestato da Fazio

Sembra proprio una puntata del commissario Montalbano: protagonista l’ispettore Fazio e un ladruncolo con un vizietto particolare: i furti di merendine.

La primula rossa dei tarallucci e della cioccolata alle mandorle, dopo un lungo peregrinare di macchinetta in macchinetta, è finita in manette. I luoghi preferiti per i “colpi” erano scuole, università, uffici. Bustina dopo bustina, il ladro è riuscito a portarsi a casa nel tempo quasi 20mila euro di prodotti.

Lui è F.G., classe ’88, nato a Palermo, diventato il terrore dei distributori automatici di Reggio Calabria e pizzicato grazie alle telecamere di videosorveglianza. Un “ladro di merendine” non poteva che avere un investigatore alle calcagna non comune, almeno nel nome.

A porre fine alle scorribande di F.G,  pluripregiudicato e recidivo a furti di tal genere, ci ha pensato infatti tra gli altri l’assistente Capo della Polizia di Stato Luigi Fazio, omonimo del personaggio della famosa serie televisiva “Il commissario Montalbano”. Il Questore Maurizio Vallone ha dichiarato in conferenza stampa: «Il Maestro Andrea Camilleri direbbe “questa volta Fazio è stato più bravo di Montalbano”».

 

Mostra altro

Alessia Principe

Alessia Principe è una giornalista professionista. Nata a Cosenza, si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Messina. Durante gli studi, ha iniziato a lavorare come cronista per il quotidiano Edizione della Sera, occupandosi di cronaca. Subito dopo la laurea è diventata parte della redazione del quotidiano regionale Calabria Ora occupandosi delle pagine di spettacoli e cultura. Con la nomina di Piero Sansonetti come direttore de L’Ora della Calabria, ha ricoperto il ruolo di responsabile del settore Spettacoli e Cultura dell'inserto “Macondo”. Nel 2014, è stata responsabile per la Calabria delle pagine di Cultura del quotidiano Il Garantista. Nel 2016 la sua mostra video-fotografica “Stati Uniti della Sila”, è stata esposta a Palazzo Arnone, prima personale realizzata interamente con smartphone a essere ospitata da una galleria nazionale in Italia. Nel 2018 ha pubblicato “Tre volte”, il suo primo romanzo per i tipi di Bookabook. Scrive di cinema per il blog dell’Huffington Post e racconti per riviste letterarie. Ha partecipato alla stesura della sceneggiatura del documentario “Il sogno di Jacob” ispirato alla vita di Nik Spatari e alla nascita del Musaba.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina