Tutte 728×90
Tutte 728×90

Duplice omicidio tra Apollinara e Spezzano Albanese, esecuzione in stile mafioso

Duplice omicidio tra Apollinara e Spezzano Albanese, esecuzione in stile mafioso

Duplice omicidio tra Apollinara e Spezzano Albanese, esecuzione in stile mafioso. Si parte dal movente: le prime ipotesi.

Duplice omicidio tra Apollinara, contrada del comune di Corigliano Rossano, e Spezzano Albanese, nei pressi di una stazione di servizio. Secondo le prime informazioni raccolte da Cosenza Channel le due vittime erano conosciute dalle forze dell’ordine. L’esecuzione è in stile mafioso. Entrambi sono stati ritrovati all’interno di un’auto. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro, il Nucleo Investigativo di Cosenza e il capo della procura di Castrovillari, Eugenio Facciolla.

Ecco chi erano le due vittime

Le due vittime sono Pietro Greco, 49enne, originario di Castrovillari ma domiciliato a Cassano all’Jonio, e Francesco Romano, imprenditore operante nel settore agricolo, residente a Corigliano Rossano. I carabinieri, secondo le ultime indiscrezioni, erano a conoscenza della scomparsa dei due, in quanto i familiari non avevano più notizie dei loro congiunti da ieri sera. Si ipotizza inoltre che il duplice delitto possa essere stato commesso nella notte con un’arma lunga. Sul caso per ora indaga la procura di Castrovillari, ma il fascicolo è destinato a passare alla Dda di Catanzaro, sotto la direzione del procuratore capo Nicola Gratteri.

Si indaga sul movente

Il territorio della Sibaritide è notoriamente controllato dai clan di Cassano all’Jonio e Corigliano Rossano che ormai da più di un ventennio gestiscono gli affari illeciti: dal “pizzo” al traffico di droga, passando per gli appalti pubblici. E’ una zona ad alta intensità mafiosa, dove in passato sono avvenuti decine di delitti ordinati dalla ‘ndrangheta. Un anno fa l’assassinio di Leonardo Portoraro, oggi quello di Pietro Greco e Francesco Romano. E’ un segnale che le cosche, nonostante gli arresti e le sentenze definitive, riescono ad imprimere la loro forza e non consentono “nuovi ingressi” nel Crimine. Le indagini sono soltanto all’inizio, ma si parte dal movente. Solo il tempo potrà dare le giuste risposte. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it