martedì,Agosto 9 2022

Falcone e Carnesecchi, i migliori portieri della Serie B faccia a faccia

Falcone e Carnesecchi contro. La sfida di oggi fra Cremonese e Cosenza sarà soprattutto l’incrocio fra i due migliori portieri della Serie B. Da una parte il titolare della Nazionale Under 21 che è reduce da una prima fase strepitosa dell’Europeo di categoria. Dall’altra l’uomo che detiene il trono di pipelet più decisivo del campionato

Falcone e Carnesecchi, i migliori portieri della Serie B faccia a faccia

Falcone e Carnesecchi contro. La sfida di oggi fra Cremonese e Cosenza sarà soprattutto l’incrocio fra i due migliori portieri della Serie B. Da una parte il titolare della Nazionale Under 21 che è reduce da una prima fase strepitosa dell’Europeo di categoria. Dall’altra l’uomo che detiene il trono di pipelet più decisivo del campionato praticamente dall’inizio del torneo cadetto. Lo certifica che ha meritato per ben sei volte l’introduzione nella top undici della Lega. Il classe 2000 scuola Atalanta, peraltro, sarà al “Marulla” di nuovo a poco meno di un anno di distanza da quel 29 giugno in cui parò tutto il parabile, salvo soccombere ad Asencio al 94′. Prima dei vari giochi di ipnosi effettuati dal portiere dei Lupi, l’ultimo rigore respinto all’ombra della Sila fu proprio il suo a Bruccini.

Falcone e Carnesecchi, per adesso vale più il secondo

Se Carnesecchi è in rampa di lancio verso un futuro radioso, avvantaggiato dall’essere ancora ventenne, Falcone sta vivendo la stagione della sua rinascita dopo anni difficili. Il primo non ha ancora esordito in Serie A, il secondo l’ha fatto nelle giornate finali dell’anno pandemico e spera di tornarci con la maglia blucerchiata già ad agosto. Per il numero 30 rossoblù addirittura l’esordio in B è arrivato dopo quello in A, mentre il suo rivale-collega ha fatto da secondo a Sportiello per tutta la prima metà di campionato, senza mai scendere in campo. Insomma, due storie diverse che più diverse non potrebbero essere. Dando uno sguardo ai valori di Transfermarkt, si nota come il pipelet dell’Atalanta valga il doppio di quello della Samp. Due milioni contro uno. C’è un però che va evidenziato: il numero 30 del Cosenza è cresciuto nell’ultimo aggiornamento del 566,7% rispetto al valore di settembre. Soltanto Parisi dell’Empoli e Pandolfi del Brescia hanno fatto meglio.