sabato,Agosto 13 2022

Cosenza, ordinanza per limitare il consumo d’acqua. Multe salate ai trasgressori

Sarà possibile utilizzare quella proveniente dagli acquedotti solo per uso domestico e igienico-sanitario. Sanzioni fino a 500 euro

Cosenza, ordinanza per limitare il consumo d’acqua. Multe salate ai trasgressori

L’emergenza idrica a Cosenza non è una novità, ma l’aumento delle temperature e le scarsità delle precipitazioni hanno imposto al sindaco Franz Caruso di emanare un’ordinanza di divieto di uso improprio per ottimizzare il consumo dell’acqua potabile

Il primo cittadino nel provvedimento allude alla necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento durante il periodo estivo. Evidenzia inoltre che la città di Cosenza vive una situazione di penuria idrica strutturale che impone un uso razionale e controllato della risorsa-acqua. Per questo motivo ha riassunto in cinque punti le nuove regole che varranno fino al 30 settembre 2022, quindi più di una settimana dopo la fine dell’estate.

Cosenza, l’ordinanza di Caruso sul risparmio idrico

Con l’atto ufficiale firmato dal sindaco, Franz Caruso ordina: 

  • che è fatto divieto, su tutto il territorio comunale, di utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti per scopi diversi da quelli domestici e igienico-sanitari, nel periodo dalla data della presente fino al 30 settembre 2022;  
  • che i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per tutte quelle attività regolarmente autorizzate per le quali risulti necessario l’uso di acqua potabile; 
  • che sono esclusi dalla presente ordinanza i servizi pubblici di igiene urbana; 
  • che chiunque violi il presente provvedimento è sottoposto all’applicazione della sanzione amministrativa da euro 50,00 a euro 500,00, ai sensi dell’articolo 7-bis del D. lgs. 18 agosto 2000, n. 67 e del vigente Regolamento Comunale per il servizio e la distribuzione dell’acqua potabile; 
  • che delle operazioni di controllo dell’esecuzione della presente Ordinanza, è incaricato il Corpo di Polizia locale.