giovedì,Febbraio 29 2024

Dimensionamento scolastico, l’elenco di tutti gli istituti accorpati dalla Provincia di Cosenza | VIDEO

L'autonomia del Liceo Telesio non è mai stata in discussione hanno detto dall'ente. Il Liceo Fermi e il Polo Brutium verranno accorpati

Dimensionamento scolastico, l’elenco di tutti gli istituti accorpati dalla Provincia di Cosenza | VIDEO

La Provincia di Cosenza ha trovato una quadra sul ridimensionamento degli istituti scolastici. Il piano non è indolore: seguendo le linee guida ministeriali si è proceduto al taglio di 29 autonomie, tenendo conto che 21 di esse erano comunque sedi vacanti assegnate ad un dirigente reggente. Illustrato questa mattina nella sede di Piazza 15 Marzo durante l’assemblea dei sindaci, con gli ultimi correttivi sarà approvato lunedì dal consiglio provinciale e poi inviato alla Regione per la ratifica definitiva.

Leggi anche ⬇️

Entrerà in vigore dal prossimo anno scolastico. Tra le questioni più spinose quella dell’autonomia del Liceo Telesio del capoluogo bruzio, in predicato di essere assorbito dall’attiguo e omonimo Convitto Nazionale. Ieri, 13 ottobre, studenti e docenti, per protesta, avevano spostato le lezioni nei giardini della villa vecchia. In realtà però, l’autonomia del Liceo classico non è mai stata in discussione, riferiscono dall’ente Provincia di Cosenza.

L’ipotesi piuttosto era quella di spostare sotto l’autonomia del Convitto il Liceo Europeo che giuridicamente, nel resto d’Italia, è appunto uno degli indirizzi di competenza dei convitti introdotti negli anni novanta, all’indomani della sottoscrizione del tratta di Maastrich. Tuttavia l’intenzione è quella di mantenere inalterata l’attuale condizione, ma non è escluso che questa direzione possa subire una modifica in extremis.

Il Convitto assorbirà invece la scuola media Fratelli Bandiera che verrà quindi separata dall’Istituto comprensivo Spirito Santo. In settimana anche gli studenti e i docenti del liceo scientifico Enrico Fermi avevano chiesto di conservare l’autonomia, ma in questo caso l’istanza non può essere accolta poiché l’istituto conta solo 669 iscritti, ben al di sotto della soglia minima di studenti richiesta dalla legge per le scuole cittadine. Per cui si procederà ad un accorpamento con il Polo Brutium che già annovera sotto la propria gestione sia l’istituto Pezzullo che il Quasimodo.

A Rende costituiranno una sola autonomia il liceo scientifico Pitagora ed il liceo classico Gioacchino Da Fiore. Discorso analogo per l’Istituto Todaro, sempre a Rende, che sarà accorpato al Mancini-Tommasi di Cosenza. Vi sarà poi un’unica autonomia per l’Ipsia di Cosenza, Rogliano e Montalto, il tecnico commerciale di Rogliano, il liceo scientifico Guarasci sempre di Rogliano, il tecnico commerciale Cosentino di Rende, il professionale per l’agricoltura di Scigliano che annovera pure i corsi serali. Ad Acri vi saranno per le scuole secondarie superiori due autonomie: l’Ipsia-Iti e quella costituita dall’accorpamento tra il liceo scientifico Julia e il liceo Falcone. L’istituto comprensivo e le scuole superiori di San Marco Argentano rimarranno autonomi.

A Corigliano-Rossano si procederà all’accorpamento tra i licei Colosimo e Bruno e il polo liceale San Nilo che ha pure l’indirizzo scientifico-linguistico e artistico. A Trebisacce l’Ipsia-Iti di Via Spalato si unisce al Filangieri mentre nell’entroterra l’Istituto superiore di Roggiano Gravina avrà sotto la propria autonomia anche l’Ipsia di Sant’Agata d’Esaro. A Paola vi sarà un polo scientifico formato dal Liceo Galilei e dal Liceo delle scienze umane ed un polo tecnico che vedrà insieme il commerciale per geometri e gli istituti professionali per i servizi commerciali, alberghieri e ristorazione, industria e artigianato.

In Sila l’Ipa-Ipssar-Iti-Itcg di Via delle Ginestre a San Giovanni in Fiore avrà autonomia con l’Ipsia di Longobucco e l’Ipsia di Bocchigliero mentre il liceo scientifico e l’istituto d’arte di San Giovanni in Fiore vengono uniti al liceo scientifico di Longobucco. A Castrovillari autonomia unica per il Fermi e il Pitagora e poi ci sarà un polo tecnico con l’Ipsia Leonardo Da Vinci e l’Ipseoa di Corso Calabria. Ci sarà pure un polo liceale con il liceo Garibaldi, l’istituto d’arte Alfano, il liceo Mattei e il liceo scientifico di Mormanno. Nel video allegato in apertura di articolo l’intervista alla Presidente della Provincia Rosaria Succurro.

Articoli correlati