lunedì,Aprile 15 2024

Calcio femminile, il cielo è azzurro sopra Cosenza: al Marulla la qualificazione a Euro 2025 | VIDEO

Francesca Stancati, collaboratrice della FIGC, svela a Cosenza Channel com'è stato possibile portare la Nazionale in riva al Crati: «Ci dicevano che questo sport non è per signorine, ma si sbagliavano»

Featured Video Play Icon

«Le donne che giocano a calcio hanno una determinazione incredibile». Francesca Stancati – collaboratrice FIGC e delegata CONI – incastra l’intervista realizzata negli studi di Cosenza Channel, tra un’udienza e l’altra. Avvocato di professione, da piccola inseguiva il pallone nel cortile di casa, unica femmina in mezzo a tanti maschi. Partite interminabili, interrotte soltanto dalla voce della mamma che le chiedeva di rientrare per completare i compiti rimasti a metà.

«Un’esperienza incredibile che forma carattere e fisico». Francesca Stancati risponde così alla domanda su cosa significhi per una donna giocare a calcio. N’è passato di tempo da quando, il maschio di turno elargiva considerazioni non richieste, del tipo “questo non è uno sport per signorine“. Se in Italia abbattere i pregiudizi e conquistare la normalità è stato difficile, in Calabria lo è stato un po’ di più.

I tempi sono cambiati e il prossimo 5 aprile le Azzurre scenderanno in campo allo stadio “San Vito Marulla” di Cosenza per le qualificazioni agli Europei del 2025, contro la nazionale dei Paesi Bassi. Un evento sportivo straordinario, che sarà accompagnato da una serie di manifestazioni collaterali che Francesca Stancati, al momento, preferisce non svelare.