Tutte 728×90
Tutte 728×90

Un Cosenza impalpabile crolla a Barletta (2-0)

Con una doppietta di Bellomo i pugliesi superano i silani. La squadra rossoblù è apparsa stanca e priva di gioco. E ora la panchina di Stringara traballa.

il_cosenza_sbaglia_tanto

Il Cosenza non ha fatto un tiro in porta

Cosenza non pervenuto nel match perso oggi contro il Barletta. I rossoblù hanno disputato la peggiore gara della stagione e nei novanta minuti affrontati contro la compagine di Sciannimanico non sono mai stati in grado di creare azioni pericolose. Gambe molli, poche idee e una condizione precaria per una squadra che se vuole puntare in altro deve invertire rotta. Il Barletta, una squadra discreta e nulla più, ha steso i rossoblù con una doppietta di Bellomo, aggravando la posizione di Stringara che rischia seriamente il posto. CRONACA. Lutto al braccio per il Cosenza e minuto di silenzio osservato in ricordo di Bruno Giorgi, allenatore rimasto nei cuori di tutti i tifosi di fede rossoblù,
scomparso in settimana. Barletta subito pericoloso con Infantino bravo a raccogliere di testa una punizione di Bellomo, meno nell’indirizzare la sfera che termina fuori. Un minuto dopo, all’8′ gran girata di Margiotta e miracolo di Petrocco che nega il vantaggio ai pugliesi. Al 10′ ancora l’attaccante del Barletta scocca un bolide dalla lunga distanza che termina fuori di un soffio. Prima azione pericolosa dei rossoblù al 20′. Daud mette in mezzo una punizione, Di Bari fa sponda di testa ma nessuno è pronto a mettere la sfera in rete. Al 24′ azione da manuale per il Cosenza con De Rose che porta palla e serve Degano, bravo a mettere in mezzo per Biancolino che di tacco trova il palo. Tutto bello ma l’arbitro fischia l’offside. Comincia a macinare gioco la truppa di Stringara. Al 30′ pericoloso contropiede dei padroni dei casa ma la conclusione di Margiotta è neutralizzata da Petrocco. Un minuto cross di Bellomo e grave errore di Raimondi che non trova la sfera. Margiotta ha la palla sui piedi ma sbaglia il controllo mancando un gol praticamente fatto. Al 36′ la squadra di Sciannimanico passa meritatamente in vantaggio. Bellomo prende palla sulla linea del centrocampo, e conclude la sua fuga di quaranta metri con una conclusione alle spalle di Petrocco. Cosenza non pervenuto. La prima azione pericolosa i silani la fanno infatti registrare al 43. Daud trova il fondo e crossa per la testa di Biancolino che sfiora la traversa. Si chiude così un primo tempo dominato dall’undici di Sciannimanico. Riprese le ostilità a Barletta con due cambi per Stringara che inserisce Roselli ed Essabr per Coletti e Daud. La prima occasione del secondo tempo capita sui piedi di Degano che conclude da buona posizione mandando la sfera a lato della porta difesa da Dossena. Al 61′ arriva il raddoppio del Barletta. Rajcic da vita ad una azione di rimessa e pesca Bellomo che firma la sua doppietta superando con un tocco preciso Petrocco. Cosenza inguardabile. Non succede quasi nulla in un secondo tempo nel quale il Barletta ha trovato il raddoppio e sta amministrando il vantaggio contro un Cosenza incapace di reagire. Ci provano De Rose e Degano, gli ultimi ad arrendersi ma è troppo poco per impensierire la difesa pugliese. C’è davvero poco da raccontare in questo finale di gara. I rossoblù non sono mai sembrati in grado di far soffrire un Barletta che con il minimo sforzo sta portando a casa tre punti meritati. C’è da segnalare comunque una conclusione di Margiotta che al 90′ centra la traversa. Dopo 3 minuti di recupero l’arbitro sancisce la vittoria dei pugliesi contro il peggior Cosenza della stagione.

Il tabellino:

BARLETTA (4-3-1-2): Dossena; Galeoto Anselmi Lucioni Frezza; Menicozzo Rajcic (75′ Guerri) D’Allocco; Bellomo; Margiotta Infantino (67′ Simoncelli). A disp.: Tesoniero, Perico, Simoncelli, Guerri, Caccavallo, Lanotte, Carbonaro. All.: Sciannimanico.
COSENZA (4-2-3-1): Petrocco; Musca (75′ Olivieri), Raimondi, Fanucci, Giacomini; Coletti (46′ Roselli), De Rose; Daud (46′ Essabr), Mazzeo, Degano; Biancolino. A disp: Galeano, Fanucci, Scarnato, Olivieri, Roselli, Gagliardi, Essabr. All. Stringara
ARBITRO: Fabbri di Ravenna
MARCATORI: 36′ e 61′ Bellomo
NOTE: Presenti circa 3mila spettatori. Ammoniti: Giacomini, Menicozzo. Corner: 8-3 Recupero: 1’pt, 3’st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it