Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sangineto, nutrita la partecipazione alla manifestazione per Angelo

Sangineto, nutrita la partecipazione alla manifestazione per Angelo

In prima fila il Nucleo operativo italiano tutela animali e il Partito animalista europeo che chiedono la certezza della pena per i quattro assassini del povero cane.

Molto partecipata la manifestazione nazionale indetta, per ieri pomeriggio, a Sangineto dal Partito animalista europeo e dal Nucleo operativo italiano tutela animali, per ricordare Angelo, un cane che alcuni ragazzi del luogo hanno ucciso, qualche mese fa, pubblicandone poi le immagini su un social network. Il gesto è stato condannato dagli animalisti e anche la trasmissione “Le Iene” se ne è occupata, visto che parte della popolazione locale non si è dissociata dall’accaduto. Gli animalisti, molti provenienti da fuori regione, hanno bloccato la strada statale 18, sfidando le forze dell’ordine. Ci sono anche stati momenti di lieve tensione, ma poi la manifestazione è terminata senza incidenti.

striscione-sangineto-angelo«Abbiamo trasmesso una formale istanza alle prime tre cariche dello Stato ed ai relativi gruppi parlamentari – ha scritto in una nota il Partito Animalista Europeo – Fintanto che non verrà modificata la Legge con l’inasprimento delle pene per i reati contro gli animali, nessun Angelo avrà giustizia e altri Angelo continueranno ad essere barbaramente trucidati per gioco o per noia con la consapevolezza di restare impuniti. La nostra condannanon è indiscriminata, ma diretta esclusivamente ai quattro assassini ed a tutti coloro che li difendono avallando, minimizzando o giustificando il loro operato e non a coloro che ne hanno preso le distanze. La mobilitazione è necessaria per mantenere elevata la tensione, altrimenti non se ne sarebbe più parlato visto comunque che gli assassini sono stati non solo individuati ma anche denunciati e con i tempi biblici della nostra giustizia chissà tra quanti anni vedremo la sentenza, sempre se non interviene la prescrizione. Al nostro fianco abbiamo i rappresentanti e la comunità di Sangineto per condannare senza mezzi termini ed in modo fermo l’efferato gesto dei quattro giovani nei confronti del cane Angelo».

Diversi cittadini di Sangineto si sono uniti al corteo scandendo slogan in memoria di Angelo, tanti gli striscioni esposti durante la manifestazione.

Related posts