Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Calabria Ora”, bancarotta preferenziale: chiesta la condanna di tutti gli imputati

“Calabria Ora”, bancarotta preferenziale: chiesta la condanna di tutti gli imputati

La procura di Cosenza ha chiesto la condanna di tutti gli imputati coinvolti nel processo che deve accertare o meno responsabilità penali per il fallimento delle società editrici del quotidiano regionale d’informazione “Calabria Ora”, edito negli anni scorsi dagli imprenditori Piero Citrigno e Fausto Aquino. 

La pubblica accusa, rappresentata dal pubblico ministero Giuseppe Cozzolino, ha chiesto l’assoluzione di tutti gli imputati per il reato di bancarotta per distrazione perché il fatto non sussiste e in effetti dall’istruttoria dibattimentale non sono mai emerse quelle condotte previste dalla norma in questione, mentre due capi d’accusa non sono più punibili dalla legge perché le cifre sono sotto soglia.

Le condanne sono state chieste per il reato di bancarotta preferenziale, riguardanti la “Cec” e “Paese Sera”. Il pm ha richiesto 3 anni e mezzo di carcere per Citrigno, 2 anni e mezzo per Tommaso Funari, 2 anni e un mese per Aquino, 1 anno per Rosanna Grillo e Massimo Zimbo.

Il processo è in corso di svolgimento e dopo le discussioni delle parti civili, ora tocca al collegio difensivo. La sentenza è prevista per il primo pomeriggio di oggi. (a. a.)

Related posts