lunedì,Luglio 15 2024

Cosenza-Cremonese: le pagelle dei rossoblù

Le pagelle rossoblù dopo il match del Cosenza con la Cremonese valido per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie B. [nextpage title=”PERINA” ] PERINA: VOTO 7 Salva il risultato nel momento più difficile del Cosenza, quello seguente all’espulsione di Baez. Una parata che vale tre punti e consolida il suo status di titolare. [/nextpage] [nextpage title=”CORSI” ]

Cosenza-Cremonese: le pagelle dei rossoblù

Le pagelle rossoblù dopo il match del Cosenza con la Cremonese valido per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie B.

[nextpage title=”PERINA” ]

PERINA: VOTO 7 Salva il risultato nel momento più difficile del Cosenza, quello seguente all’espulsione di Baez. Una parata che vale tre punti e consolida il suo status di titolare.

[/nextpage]

[nextpage title=”CORSI” ]

CORSI: VOTO 6 Finché resta in campo è irresistibile sulla corsia di appartenenza, un infortunio lo ferma e gli applausi del pubblico di fede rossoblù gli testimoniano quanto sia forte il legame con la piazza di Cosenza.

[/nextpage]

[nextpage title=”LEGITTIMO” ]

LEGITTIMO: VOTO 7 Instancabile sulla corsia di sinistra, non si ferma neanche al 90′ quando prova a mettere dentro il gol del 3-0 con una progressione impensabile. Dalle sue parti è praticamente impossibile passare. Chiunque paga dazio e lascia il pallone tra i suoi piedi.

[/nextpage]

[nextpage title=”BRUCCINI” ]

BRUCCINI: VOTO 7 La prestazione migliore da quando è in Serie B. Un palo, il dominio assoluto del centrocampo ed il gol su rigore a sugello di una partita perfetta. E’ il giusto premio alla “testardaggine” di Braglia di volerlo schierare sempre e comunque. C’era un perché.

[/nextpage]

[nextpage title=”DERMAKU” ]

DERMAKU: VOTO 7 Mostruoso ancora una volta, annulla completamente gli avversari senza mai permettergli di rendersi pericolosi se non in un paio di occasioni. Gioca con una caviglia in disordine stringendo i denti. Alle spalle aveva praticamente zero allenamenti.

[/nextpage]

[nextpage title=”IDDA” ]

IDDA: VOTO 7 Come il collega di reparto, impedisce ai lombardi di fare male tenendo accesa l’attenzione. La superiorità numerica rende tutto più semplice, ma deve lasciare il campo a Capela per il terzo guaio fisico di giornata che inguaia Braglia per il futuro.

[/nextpage]

[nextpage title=”BAEZ” ]

BAEZ: VOTO 6 Un incubo per tutta la partita per la retroguardia grigiorossa, che non riesce mai ad arginarlo né quando gioca vicino la porta né quando va sull’esterno. La simulazione molto dubbia, però, lascia Braglia senza attaccanti per la gara di Perugia.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”PALMIERO” ]

PALMIERO: VOTO 7.5 Migliore in campo insieme a Sciaudone, recupera palloni e gioca a testa alta per 90′. Non perde mai la calma e gioca con una tranquillità da veterano. La fascia di capitano passa sul suo braccio dopo l’uscita dal campo di Corsi. E’ un segnale.

[/nextpage]

[nextpage title=”SCIAUDONE” ]


SCIAUDONE: VOTO 7.5 DS16 non smette più di segnare. L’innesto migliore del mercato invernale ha cambiato completamente volto alla squadra, regalando 7 punti con tre gol in quattro partite. Ed un palo contro il Livorno.

[/nextpage]

 

[nextpage title=”LITTERI” ]

LITTERI: VOTO 6 Peestazione più che sufficiente soprattutto se si considera che non ha i 90′ nelle gambe. Il rigore sbagliato lo penalizza, ma guadagna il penalty che chiude la partita e guadagna la sufficienza in pagella.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”EMBALO” ]


EMBALO: VOTO 6 Si districa bene ma dalle sue parti si va poco. Esce nel primo tempo per infortunio. La cosa, con Tutino ancora squalificato e Maniero fermo ai box, diventa un bel grattacapo per il suo allenatore che dovrà inventarsi la prima linea a Perugia.

[/nextpage]

[nextpage title=”BRAGLIA” ]

BRAGLIA: VOTO 7 Ha il coraggio di mettere in campo la formazione migliore nonostante in panchina non abbia cambi per il tridente offensivo ed il risultato gli dà ragione. Raggiunge la Cremonese in classifica e grazie al regalo del Lecce, si porta a +6 sui playout.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”SUBENTRATI” ]


BITTANTE: VOTO 6.5 Una gara da padrone assoluto della corsia destra, prende il posto di Corsi ma non ne fa sentire la mancanza giocando ordinatamente e con personalità.
GARRITANO: VOTO 6 Molto più in fase difensiva che in fase offensiva, dove manca in tre occasioni il passaggio decisivo.
CAPELA: VOTO 6 Pochi minuti in campo al posto dell’infortunato Idda, ma tanto quanto basta per dare sicurezza al reparto arretrato.

[/nextpage]

Articoli correlati