martedì,Luglio 5 2022

Coronavirus, Protezione Civile: «Su 528 casi, 42 persone guarite»

Nel nuovo bollettino giornaliero della Protezione Civile, emergono alcune buone notizie che, al pari di quelle negative, il commissario per l’emergenza coronavirus, Angelo Borrelli, divulga agli organi di informazione. Secondo le fonti ufficiali, su 528 contagi, 42 persone affette dal coronavirus sono guarite. Si tratta di 37 soggetti residenti in Lombardia, 3 nel Lazio e

Coronavirus, Protezione Civile: «Su 528 casi, 42 persone guarite»

Nel nuovo bollettino giornaliero della Protezione Civile, emergono alcune buone notizie che, al pari di quelle negative, il commissario per l’emergenza coronavirus, Angelo Borrelli, divulga agli organi di informazione. Secondo le fonti ufficiali, su 528 contagi, 42 persone affette dal coronavirus sono guarite. Si tratta di 37 soggetti residenti in Lombardia, 3 nel Lazio e 2 in Sicilia. Sale invece il numero dei morti: 14 ad oggi. Borrelli, tuttavia, precisa che «stiamo aspettando gli esiti degli accertamenti dell’Istituto Superiore della Sanità per l’ufficialità», ovvero se c’è correlazione tra il virus e il decesso dei singoli casi.

Intanto, il coronavirus sta diffondendosi, come l’influenza, in tutta Italia. Le regioni coinvolte sono: Lombardia (305 casi), Veneto (98), Emilia Romagna (97), Liguria (11), Lazio, Marche e Sicilia (3), Toscana, Campania e Piemonte (2), Trentino Alto Adige e Abruzzo (1). Sono 474 quelli in assistenza, 278 in isolamento domiciliare, 159 ricoverati con sintomi e 37 in Terapia Intensiva.

L’Italia al mondo: «Siamo un Paese sicuro»

Infine, questa mattina il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il ministro della Salute, Roberto Speranza e il direttore scientifico dello “Spallanzani” di Roma, Giuseppe Ippolito hanno incontrato la stampa estera per spiegare al mondo che l’Italia è un Paese sicuro, con un Sistema Sanitario Nazionale all’avanguardia. Un modo per informare gli altri Stati del lavoro della comunità scientifica che sta mettendo anima e corpo per fronteggiare questa emergenza coronavirus che, a quanto pare, inizia a diffondersi anche negli Stati Uniti. Come tutti i virus, dunque, nessuno può considerarsi immune dal contagio.

Articoli correlati