mercoledì,Giugno 29 2022

Caso Bernaudo, il commissario dell’Asp La Regina fa retromarcia

Giuliana Bernaudo allontanata da Cosenza dopo la pubblicazione di alcune intercettazioni scottanti. Ora torna in sede con un nuovo incarico

Caso Bernaudo, il commissario dell’Asp La Regina fa retromarcia

L’Asp di Cosenza, ha fatto retromarcia su Giuliana Bernaudo, la dirigente inviata ad Amantea, dopo le intercettazioni pubblicate dalla nostra testata, evitando così una battaglia legale che, stando le cose, avrebbe certamente perso. La Bernaudo, come si ricorderà, aveva denunciato, mentre parlava con Aurora De Ciancio, altra indagata del “Sistema Cosenza”, alcune anomalie sui pagamenti delle fatture, avvenuti «senza titolo» e senza «i certificati antimafia».

Compromesso per scongiurare la causa in tribunale

La nuova delibera è del 29 luglio scorso, una delle ultime firmate dal direttore amministrativo, Maurizio Nunzio Cesare Friolo, dimessosi di recente per motivi personali, e vergata anche dal direttore sanitario, Martino Maria Rizzo e ovviamente dal commissario Vincenzo La Regina. In sostanza, le parti sono arrivate a un compromesso, sollecitato anche dal professore avvocato, Michele Filippelli, difensore di Giuliana Bernaudo.

In sostanza rimane in vigore il contratto individuale, stipulato un anno fa, che dura cinque anni, ma cambia il settore. Dall’unità operativa complessa degli erogatori e Governo della Rete all’Uoc “Sviluppo e Governo dei PDTA e audit”, struttura organizzativa prevista dal vigente atto aziendale quale complessa all’interno del dipartimento di Staff. La Bernaudo, quindi, si occuperà dei percorsi di tutela dei disabili della provincia di Cosenza. (PER APPROFONDIRE LA NOTIZIA CLICCA SU LACNEWS24.IT)

Articoli correlati