lunedì,Luglio 4 2022

Zaffaroni presenta Cosenza-Vicenza. «Guai a dare loro profondità»

Marco Zaffaroni torna in conferenza stampa al Marulla e lo fa per presentare l’esordio casalingo del Cosenza. Dopo l’amichevole con il Rende aveva risposto da remoto alle domande dei giornalisti, adesso invece inquadra la situazione dal vivo. La gara contro il Vicenza sarà il primo vero banco di prova per i Lupi. L’organico consegnato da

Zaffaroni presenta Cosenza-Vicenza. «Guai a dare loro profondità»

Marco Zaffaroni torna in conferenza stampa al Marulla e lo fa per presentare l’esordio casalingo del Cosenza. Dopo l’amichevole con il Rende aveva risposto da remoto alle domande dei giornalisti, adesso invece inquadra la situazione dal vivo. La gara contro il Vicenza sarà il primo vero banco di prova per i Lupi. L’organico consegnato da Goretti al suo allenatore è ampio. Nonostante alcune defezioni, quasi fisiologiche in una rosa di 29 calciatori, l’ex trainer dell’Albinoleffe ha una vasta gamma di soluzioni. Di questo e di altro si è discusso nel briefing con la stampa.

Zaffaroni e le defezioni dei rossoblù

«E’ la prima settimana in cui si è lavorato tutti insieme – ha spiegato Zaffaroni -. E’ stato molto importante perché solo attraverso un lavoro continuativo si possono oliare i meccanismi. Dobbiamo gradualmente arrivare a preparare la partita domenicale e in modo contestuale affinare le giuste conoscenze tattiche. Col Vicenza dovremo assicurare come al solito una grande partecipazione agonistica e la voglia di fare risultato. Potranno esserci delle imperfezioni, ma non dal punto di vista dell’ardore». Sulle condizioni fisiche dei calciatori a sua disposizione è chiaro. «Anderson è un po’ indietro non ci sarà – dice -. Bittante dopo qualche allenamento in gruppo si è fermato senza destarci però grandi preoccupazioni. Non ha avuto un problema grave e ritornerà in gruppo lunedì». Spazio anche ai due attaccanti acciaccati. «Sì, dobbiamo verificare Pandolfi e Millico, ma penso che potrebbero essere della partita anche per una parte di essa».

La rosa ampia

Zaffaroni si sofferma poi sui 29 calciatori in organico e dà qualche anticipazione di ciò che ad ampio raggio potrà succedere. «Rosa ampia? Il numero dei calciatori è giusto ed è rapportato all’età dei calciatori che è molto bassa. Ci saranno degli adattamenti e con i turni infrasettimanali tutti avranno spazio. Chiaramente alcuni giocheranno di più e altri di meno». Su possibili accorgimenti tattici si fa dritti al punto. «Djavan Anderson come Gerbo può giocare ad esempio da interno, ma parliamo di due calciatori ancora non al meglio. Belle formazioni che proporrò nell’immediato è ovvio che le scelte saranno differenti»

L’avversario del Cosenza

Si chiude dando uno sguardo all’avversario. «Il Vicenza è costruito per navigare nelle zone alte della classifica ed ha una rosa importante – spiega Zaffaroni -. Non dobbiamo dare loro possibilità di attaccare la profondità, pertanto servirà grande equilibrio tra le due fasi di gioco. Provengono da due sconfitte consecutive e come noi hanno voglia di cancellare lo zero in classifica. Sono attrezzati per farlo, chiederò massima attenzione».