mercoledì,Giugno 29 2022

Spaccio di droga, arrestato un 60enne a Bisignano: aveva 280 grammi di marijuana

La sostanza stupefacente era contenuta in un sacchetto di carta. All'indagato sono stati sequestrati anche il materiale dedicato al confezionamento e mille euro in contanti

Spaccio di droga, arrestato un 60enne a Bisignano: aveva 280 grammi di marijuana

Nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, si comunica che un 60enne di Bisignano è stato tratto in arresto dai militari dell’Arma per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Nel pomeriggio odierno, i Carabinieri del Comando Stazione di Bisignano hanno predisposto servizi finalizzati al contrasto del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti: nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’indagato, e successivamente estesa al limitrofo terreno di proprietà, i militari hanno rinvenuto circa 280 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana contenuta in un sacchetto di carta.

L’uomo per eludere i controlli dei militari aveva pensato di occultare la sostanza stupefacente all’interno del cestello di una lavatrice dismessa lasciata all’esterno dell’abitazione. La droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro unitamente a materiale dedicato al confezionamento, a bilancini di precisione ed alla somma di mille euro in contanti ed in banconote di piccolo taglio.

Ai fini delle successive analisi di laboratorio finalizzate a stabilire qualità e quantità del principio attivo, la droga rinvenuta è stata inviata dai militari operanti ai Carabinieri del Laboratorio LASS del Comando Provinciale di Vibo Valentia. L’indagato è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio e successivamente condotto presso il proprio domicilio in regime di detenzione domiciliare, come disposto dall’Autorità Giudiziaria e in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Articoli correlati