mercoledì,Giugno 29 2022

Sacco: «Pronti a creare un nuovo gruppo per l’appoggio esterno al sindaco Caruso»

Il consigliere: «C'è malumore in maggioranza e il polverone sugli scrutatori è stato creato ad hoc. Perché non si chiede ad Incarnato del PSC invece di perdere tempo a discutere di Frammartino e dei sorteggi?»

Sacco: «Pronti a creare un nuovo gruppo per l’appoggio esterno al sindaco Caruso»

Roberto Sacco, della lista Franz Caruso Sindaco, sgancia la bomba in una tranquilla domenica mattina di maggio in risposta alle polemiche che sono scaturite sulla questione relativa agli scrutatori. Nonostante la volontà del primo cittadino e della maggioranza di cui fa parte fosse differente, ha proceduto alla nomina diretta così come aveva preannunciato. «Ho semplicemente applicato la legge in vigore – dice -. Il polverone ritengo sia stato sollevato ad hoc per coprire il malcontento per nulla latente tra alcuni consiglieri del Comune di Cosenza».

Leggi anche ⬇️

A tal proposito annuncia anche valutazioni in corso da parte di tre membri della maggioranza. «Abbiamo fatto una riunione ieri sera – dice -. Sul tavolo c’è la costituzione di un nuovo gruppo a Palazzo dei Bruzi che garantirebbe un appoggio esterno a Franz Caruso. Non transiteremmo né nel PSI e né nel PD, non aggiungo altro». 

Roberto Sacco torna quindi sulla questione relativa agli scrutatori. «Io ho nominato persone che hanno ha reale bisogno, niente amici degli amici o parenti – spiega -. Tutti possono controllare i nomi: nessuno ha ricevuto lo stesso incarico nel recente passato, si tratta di profili cristallini. Dai sorteggi, invece, sono saltati fuori perfino miei cari amici. Ringrazio pertanto chi ha proceduto ad effettuarli». 

«A tal proposito – aggiunge – vorrei far presente che sono stati individuati dal software soggetti iscritti all’Albo che hanno 86 anni e che mai si presenteranno. Ci sarà ulteriore lavoro per la Commissione elettorale. Inoltre, ritengo fortemente discriminante il criterio utilizzato. Un padre di famiglia di 41 anni è rientrato in una casistica del 30% con meno possibilità di un giovanotto».

La chiosa di Sacco è una frecciata ulteriore, stavolta verso l’assessore all’Urbanistica. «In comune si è perso tempo a commentare il passaggio di Domenico Frammartino nel Gruppo Misto e a discutere di chi applica una legge. Perché – si chiede – nessuno solleva il caso del PSC? Pina Incarnato, per fare un nome a caso tra i quattro componenti della Commissione elettorale, ci lavora da sei mesi senza darne notizia agli eletti. E posso assicurare che di sollecitazioni ne sono arrivate. Fatto sta che ci ritroveremo in Consiglio e lì tireremo le somme».