lunedì,Agosto 15 2022

Tragedia di Santa Maria del Cedro, la salma della 28enne restituita ai familiari

I fatti sono accaduti la mattina del primo agosto, intorno alle 9, in un parco residenziale, a due passi dal lungomare

Tragedia di Santa Maria del Cedro, la salma della 28enne restituita ai familiari

Torna a casa la salma di C.V., la turista di 28 anni originaria di Carbonara di Nola, nel Napoletano, morta due giorni fa a Santa Maria del Cedro a seguito di un malore. I funerali si terranno nella giornata domani nella cittadina campana dove la ragazza viveva.

La salma restituita ai familiari

La salma, dopo la tragedia, era stata trasportata all’ospedale di Cosenza per consentire lo svolgimento dell’esame autoptico, dopo che la magistratura l’aveva posta sotto sequestro. I risultati hanno confermato la prima ipotesi, ovvero che la giovane sarebbe morta per un infarto. In giornata, la magistratura ha disposto il dissequestro e pertanto la salma è stata restituita ai famigliari affinché possano darle degna sepoltura. Sui social sono tante le persone che hanno mostrato solidarietà e vicinanza alla famiglia della giovane.

Tragedia immane

I fatti sono accaduti la mattina del primo agosto, intorno alle 9, in un parco residenziale di Santa Maria del Cedro, a due passi dal lungomare. Secondo le testimonianze, la ragazza si sarebbe sentita male all’improvviso mentre si trovava ancora nella sua abitazione e si sarebbe accasciata a terra senza riprendere più conoscenza. All’arrivo dei soccorsi, il suo cuore aveva già smesso di battere.

Sul posto erano subito arrivati un’ambulanza e l’elicottero del 118. Erano prontamente intervenute anche le forze dell’ordine, mentre fuori dai cancelli un capannello di turisti e residenti seguiva attonito la vicenda. Le operazioni di recupero e trasporto della salma sono state affidate alla ditta di onoranze funebri dei fratelli Tuoto.