sabato,Novembre 26 2022

Diritto all’aborto, all’Annunziata di Cosenza nuova protesta del collettivo Fem.In.

Le attiviste hanno chiesto un incontro al commissario dell'azienda ospedaliera, che si è detto disponibile al confronto con una loro rappresentante

Diritto all’aborto, all’Annunziata di Cosenza nuova protesta del collettivo Fem.In.

Protesta questo pomeriggio davanti all’ospedale di Cosenza da parte del collettivo “Fem.In. Cosentine in lotta” per chiedere che sia garantito il diritto all’aborto. Le manifestanti si sono ritrovate davanti all’ingresso dell’ospedale e hanno affisso uno striscione con scritto “194 volte prese in giro, aborto garantito subito” e chiesto un appuntamento con il commissario dell’azienda ospedaliera.

«Chiederemo che l’aborto venga garantito sempre, perché oltre ad essere un diritto è un servizio sanitario che viene erogato a singhiozzo. Quindi siamo qui per pretendere una risposta precisa», ha sostenuto una portavoce del gruppo. Il commissario straordinario dell’azienda ospedaliera di Cosenza si è reso disponibile a incontrare una rappresentante del collettivo femminile martedì 22 novembre alle 12.

Nell’estate scorsa, l’unico medico abortista in servizio nell’ospedale è diventato obiettore. L’Azienda ospedaliera, a seguito di una manifestazione di interesse urgente, aveva fatto un contratto a una dottoressa per due giorni alla settimana e ora il contratto sta per scadere.