mercoledì,Luglio 17 2024

Carta degli Oli in Calabria: valorizzare l’extravergine per un futuro sostenibile

Lenin Montesanto lancia la Carta degli Oli, una campagna per promuovere l’olio extravergine calabrese, valorizzando la biodiversità locale e sostenendo lo sviluppo economico e sociale della regione.

Carta degli Oli in Calabria: valorizzare l’extravergine per un futuro sostenibile

La “Carta degli Oli” rappresenta un’importante iniziativa per il futuro ecosostenibile della Calabria, sottolinea il noto comunicatore pubblico e lobbista Lenin Montesanto che ha avviato una campagna specifica per la valorizzazione dell’olio extravergine calabrese. In una recente intervista, ha evidenziato il potenziale dell’olio extravergine come strumento fondamentale per lo sviluppo economico e sociale della regione, particolarmente attraverso il settore della ristorazione. La Calabria, seconda regione d’Italia per la produzione olivicola, possiede una ricchezza biodiversa che è essenziale valorizzare e promuovere. «Attorno all’olio gira molto più di un semplice prodotto alimentare», ha sottolineato, «è un veicolo per il turismo, la gastronomia e la creazione di un forte indotto economico locale

Sviluppo della Carta degli Oli

Ha anche evidenziato il ruolo cruciale dell’olio extravergine nel contrastare l’emigrazione giovanile, offrendo opportunità di sviluppo sostenibile che incentivano i giovani imprenditori a investire nel loro territorio. «Riprendersi il proprio destino partendo dall’olio è un passo significativo verso un futuro prospero per la Calabria», ha affermato.

La carta degli extravergini d’oliva della Sibaritide enfatizza il rispetto delle cultivar autoctone come la dolce di Rossano, simbolo di qualità e tradizione calabrese. La Calabria, ricca di biodiversità agricola, può competere su scala nazionale grazie alla sua produzione di alta qualità. Introducendo l’olio extravergine nell’esperienza enogastronomica, la ristorazione calabrese promuove un turismo esperienziale, emozionale e sostenibile, consolidando la regione come destinazione di qualità internazionale. Ha inoltre dichiarato l’importanza del ruolo di tutti gli attori dello sviluppo locale, in particolare i ristoratori e i consumatori, considerati come coproduttori. «La scelta dei consumatori riflette una forma di promozione o rifiuto del prodotto, simile a un’elezione», ha detto. È essenziale educare verso una corretta alimentazione, promuovendo i cibi locali e la loro trasformazione.

Sulla costa, in particolare, è necessario educare alla preferenza per il pesce stagionale, fresco e di qualità dalle nostre marinerie, tra le più importanti del territorio. «Il senso civico deve animare davvero ognuno di noi», ha concluso, sottolineando che la prevenzione è fondamentale quanto la repressione per migliorare il contesto sociale ed economico della Calabria.

Articoli correlati