Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cuccureddu lancia messaggi: “I cavalli si vedono all’arrivo”

Cuccureddu lancia messaggi: “I cavalli si vedono all’arrivo”

L’allenatore sardo ammette la sconfitta: “Complimenti al Cosenza. Ma i campionati non si vincono oggi. Noi andiamo per la nostra strada”. E sui motivi della debacle: “Il campo pesante non ci ha certo agevolato”.

cuccureddu

Antonello Cuccureddu (60) tecnico del Pescara

La prima sconfitta in campionato brucia. Soprattutto se ti chiami Pescara ed hai speso fior di quattrini sul mercato. Ne sa qualcosa Antonello Cuccureddu (60) tecnico di una squadra che, fino a qualche ora fa, era in testa alla classifica (seppur in condominio col Verona). A fine gara, alquanto contrariato per la gestione delle interviste in sala stampa, l’allenatore sardo ha esordito con una frase secca: “Complimenti al Cosenza. A noi non resta che ripartire”. La sconfitta di Cosenza non pregiudica il cammino degli abruzzesi. Almeno stando a Cuccureddu. “E’ risaputo che il nostro obiettivo è la promozione. Nessuno vuole nascondersi o trovare alibi. Una battuta d’arresto ci sta e la accettiamo. Ma che si sappia: i campionati non si vincono oggi. Del resto, i cavalli si vedono all’arrivo”. A chi chiede i motivi che hanno portato alla sconfitta odierna l’allenatore sardo risponde. “Il terreno di gioco pesante non ci ha agevolato. Abbiamo cercato di imprimere ritmo alla manovra e sinceramente a me è sembrato che il Pescara avesse in mano il pallino del gioco. L’approccio alla gara è stato buono. Poi, quel gol ha rotto l’equilibrio. Da quel momento in poi è diventato difficile segnare visto che il Cosenza si è difeso con molti uomini dietro la linea della palla. Ma ripeto, accettiamo la sconfitta ed andiamo avanti per la nostra strada”. (p.b.)

Related posts