Tutte 728×90
Tutte 728×90

Impresa pazzesca di Tocci. E’ argento agli Europei di Londra

Impresa pazzesca di Tocci. E’ argento agli Europei di Londra

Straordinario traguardo tagliato dal trampolino metri 1 dal tuffatore cosentino. Era dal 2009 che mancava una medaglia all’Italia.

E’ un’impresa che resterà a lungo nella storia di questo sport. Di certo Giovanni Tocci ha inciso il suo nome nel marmo e fissato una pietra miliare nei libri degli sport acquatici. Il tuffatore cosentino, classe 1994, ha infatti conquistato a Londra la medaglia d’argento agli Europei contro ogni pronostico. Era dal 2009 che un italiano non saliva i gradini del podio in una competizione così importante. Tocci, che non partiva certo come favorito, ha regalato una gioia all’Italtuffi classificandosi alle spalle di Illya Kvasha che ha trionfato con giusto merito e conquistando 439.70 punti totali. L’oro ucraino ne ha totalizzati molti di più del campione cosentino che si è “fermato” 414.30. Poco importa che Kvasha sia connazionale della donna che allena Tocci, Lyubov Barsukova, arrivata all’ombra della Sila cinque anni fa proprio per trasformare in diamente prezioso un ragazzo di belle speranze. L’affermazione dell’atleta dell’Esercito Italiano e della Tubisider arriva in rimonta, tanto che dopo le eliminatorie mattutina era fuori dalle finali. Poi la scalata, tuffo dopo tuffo. Dopo tre performance era solo nono a 23 distanze da una medaglia. Il capolavoro inizia partendo dal doppio e mezzo rovesciato raggruppato, continuando con il super triplo e mezzo avanti raggruppato. Il punto sulla sua gara arrivava con lo strepitoso doppio e mezzo ritornato raggruppato da ben 83.70 punti. L’Italia non si fregiava di una medaglia da Torino 2009: la vinse Christopher Sacchin sempre dal trampolino metri 1.

GIOIA IMMENSA. A caldo Giovanni Tocci non sta nella pelle e ad Eurosport dichiara commosso: “E’ un’emozione indescrivibile. Avevo iniziato al rallentatore anche per un fastidio alla schiena, poi mi sono scaldato per bene e ho recuperato. In finale avrei potuto far meglio secondo e terzo e avrei potuto puntare anche un po’ più in alto ma sono strafelice”. L’analisi è dettagliata. “Nel doppio e mezzo rovesciato non avevo mai preso 9. Ero eccitato perché gli ultimi due tuffi sono quelli che mi riescono un po’ meglio. Prima dell’ultimo tuffo ho guardato la classifica, ho visto che ero secondo. Un po’ d’emozione c’era ma per fortuna sono riuscito a controllarla con la giusta concentrazione. Ho dato il massimo e contentissimo di questo grande risultato. Avevo detto che puntavo alla medaglia ma pensavo di essermi sbilanciato troppo. Invece sono riuscito a centrare l’obiettivo”. Per Tocci è la soddisfazione più grande, che segue le vittorie in campo giovanile: a Belgrado 2011 oro nel trampolino da 1 metro e bronzo nel trampolino sincro da 3 metri; ad Helsinki 2010 argento nel trampolino sincro da 3 metri; a Budapest 2009 oro nel trampolino metri 1.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it