Giudiziaria

Francesco Modesto attacca il pentito: “Chi mi accusa è un bugiardo”

Il calciatore insieme ai suoi avvocati spiega che denunciò anni fa il pentito Calabrese ma la Dda di Catanzaro non hai mai preso in esame la sua querela. 

Le verità di Francesco Modesto. Il calciatore originario di Crotone oggi pomeriggio ha tenuto una conferenza stampa in un hotel di Rende dove, affiancato dai suoi legali Leo Sulla, Angelo Pugliese e Pasquale Marzocchi, ha precisato alcune cose che lo hanno toccato nel corso dei 18 giorni trascorsi in carcere a seguito dell’ordinanza cautelare emessa dal gip di Catanzaro nell’ambito dell’operazione della Dda contro alcuni presunti usurai che si sarebbero avvalsi del metodo mafioso o avrebbero agevolato le cosche cittadine.

Modesto non ha gradito la “cattiva” pubblicità che gli organi d’informazione hanno fatto il suo conto. “Non pensavo mai che nella mia vita potesse succedere una cosa del genere. In un’operazione di 14 persone arrestate solo il
mio nome è stato infangato”. In cella per 18 giorni dove mi sono chiesto cosa avessi fatto e non ho mai trovato una risposta. Poi Modesto va nel dettaglio e racconta un episodio che Cosenza Channel ha già trattato ovvero quello relativo alla denuncia sporta dai suoi avvocati alla Dda di Catanzaro contro il pentito Roberto Violetta Calabrese. “Io ho subito una truffa molto importante da questo signore di circa 800mila euro per la costruzione di un edificio in via Popilia, ma vengo accusato di usura da Calabrese dove lui si dichiara usuraio e strozzino come disse in un processo in Corte d’Assise di Cosenza”. E aggiunge: “Io l’ho visto forse una volta mentre confermo di non aver mai parlato come lui stesso ha detto con la presunta vittima”. Proprio la Corte d’Assise di Cosenza, emettendo la sentenza di primo grado nel processo sull’omicidio di Carmine Pezzulli, lo aveva dichiarato non attendibile in quanto dopo l’inizio della collaborazione con la giustizia aveva continuato a delinquere. “È stato dichiarato inattendibile e sul mio conto ha detto solo falsità, è un bugiardo”. Modesto poi tiene a sottolineare che la Dda di Catanzaro non ha mai preso in considerazione le denunce che ha fatto lui per la vicenda del progetto edile e questo lo rammarica. Il Riesame ancora non ha depositato le motivazioni ma gli avvocati confidano che i giudici facciano prevalere la mancanza di gravi indizi di colpevolezza rispetto all’insussistenza dell’esigenza cautelare visto che i fatti contestati risalgono al 2004/2005.

Antonio Alizzi

 

 

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina