Tutte 728×90
Tutte 728×90

Spaccio di droga a Castrovillari, inchiesta nata da alcuni danneggiamenti [FOTO]

Spaccio di droga scoperto dopo aver indagato su alcuni danneggiamenti di auto che hanno iniziato ad insospettire i carabinieri della Compagnia di Castrovillari. Ecco cosa hanno scoperto.

L’inchiesta denominata “Piramide” è «nata dal danneggiamento di alcune autovetture che poi hanno portato alla scoperta di un consistente traffico di droga. I carabinieri hanno ricostruito oltre trenta episodi di spaccio» ha detto questa mattina il procuratore capo di Castrovillari Eugenio Facciolla nel corso della conferenza stampa convocata al Comando Provinciale di Cosenza per gli arresti relativi a una presunta banda di spacciatori che operava a Castrovillari.

Tra le persone raggiunte dall’ordinanza di custodia cautelare, firmata dal gip di Castrovillari Letizia Benigno, ci sono Gianni Bevilacqua (37 anni), Fabio Bevilacqua (35 anni) e Rocco Madio (37 anni). Sono sospettati di spaccio di droga continuato di cocaina, hashish e mariujana.

«Il gruppo spacciava principalmente a Castrovillari – ha poi aggiunto il tenente Massimo Cipolla, comandante della Compagnia di Castrovillari, dopo la partenza del maggiore Antonio Leotta che in questo momento si trova in Kosovo per una missione di pace – e si tratta non di un’organizzazione consolidata, ma una solidale collaborazione dettata anche da legami familiari, ecco perché definita una piccola dinasty. Molti di loro erano disoccupati e si sostentavano con il traffico di droga».

Related posts