Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il tribunale di Cosenza dà ragione all’avvocato Filippelli: Forza Italia deve pagarlo

Il tribunale di Cosenza dà ragione all’avvocato Filippelli: Forza Italia deve pagarlo

E’ esecutivo il decreto ingiuntivo del legale del foro di Cosenza che aveva elaborato dei vademecum per i rappresentanti di lista su mandato del movimento politico fondato da Silvio Berlusconi. Passati i termini per opporsi alla sentenza, il provvedimento sarà notificato alla sede legale di Roma.

Il decreto ingiuntivo ora è esecutivo e Forza Italia dovrà pagare l’avvocato Michele Filippelli del foro di Cosenza. La sentenza è del tribunale di Cosenza e porta la firma del giudice Carmen Misasi che riconosce al legale cosentino la somma di 31mila 468 euro e 72 centesimi più gli interessi e le spese per la procedura di ingiunzione. Il provvedimento sarà notificato a Roma presso la sede legale del movimento politico fondato da Silvio Berlusconi.

L'avvocato Michele Filippelli
L’avvocato Michele Filippelli

I FATTI. L’azione civile nasce da lontano e per capirne di più è necessario partite dalle due sconfitte politiche del 2006 e del 2013, nelle quali il partito di centrodestra avverte l’esigenza di dare più informazioni possibili ai rappresentanti di lista che devono contestare il voto dell’avversario e difendere quello assegnato al proprio movimento politico. Così i forzisti danno mandato all’avvocato Michele Filippelli, ex attivista azzurro e docente universitario di diritto privato, di stilare un vademecum per le sentinelle del voto. Il libro viene distribuito nei 62mila seggi italiani ed è a disposizione dei 124mila rappresentanti di lista per le elezioni Europee del 2014 e non solo. Le linee guida per lo scrutinio approda anche nei vari siti riconducibili a Forza Italia e le stesse sono consultabili in tutti i club “Forza Silvio”. Il lavoro viene apprezzato e per le ultime Regionali, Forza Italia chiede al legale Michele Filippelli di elaborare una nuova edizione in chiave esclusivamente calabrese. Il manuale è affidato agli 800 circoli presenti nel territorio regionale che lo utilizzano nel corso dello scrutinio del 23 novembre 2014.

I problemi cominciano quando l’avvocato Filippelli sembra non digerire alcuni commenti della coordinatrice regionale di Forza Italia, Jole Santelli e “rimprovera” ai vertici del partito di non averlo neanche ringraziato per quanto fatto in questi anni. In questo contesto si inserisce più che la passione politica, la produzione di un lavoro che in casi normali dovrebbe essere remunerato. Così non è. Nonostante all’inizio gli accordi fossero stati presi verbalmente, ci sarebbero stati poi diversi scambi di mail con gli uffici preposti per la realizzazione del libro.

L'avvocato Luigi Viola
L’avvocato Luigi Viola

Secondo la tesi difensiva, affidata al docente universitario e avvocato di fiducia Luigi Viola e all’avvocato Fabrizio Tommasi del foro di Lecce, fu conferito un incarico al legale Filippelli per la sua professionalità e se viene affidato ne segue che si concretizza un mandato economico come ha stabilito la Corte di Cassazione. Tradotto: c’è un inadempimento contrattuale. L’altro aspetto portato avanti dai legali dell’avvocato cosentino è che a quest’ultimo sia stato provocato un danno patrimoniale sulla base di tanti contatti avviati con altre case editrici poco prima della creazione del libro. Il fatto che Filippelli abbia scelto di farlo per Forza Italia, rinunciando a realizzarlo per editori che avrebbero soddisfatto economicamente il docente di diritto privato, non significa che avrebbe dovuto farlo in maniera gratuita solo perché “tifoso” all’epoca di Silvio Berlusconi. Il giudice Carmen Misasi ha chiuso il caso, dando ragione al legale Filippelli. Forza Italia ora dovrà pagare. (Antonio Alizzi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it