Tutte 728×90
Tutte 728×90

Soffocò la figlia di 7 mesi, il giudice dispone una nuova perizia

Soffocò la figlia di 7 mesi, il giudice dispone una nuova perizia

Il Gup del Tribunale di Cosenza, all’esito del processo che deve far luce sulla morta della piccola Marianna, ha deciso di conferire l’incarico ai tre specialisti Sartori, Ricci e Petrini.

Il Tribunale di Cosenza questa mattina, all’esito dell’udienza svoltasi davanti al Gup, ha disposto una nuova perizia nell’ambito del processo riguardante la morte della bambina di sette mesi Marianna, soffocata dalla mamma Giovanna Leonetti lo scorso 20 febbraio.

Il giudice ha individuato nei professori Sartori, Ricci e Petrini i consulenti che dovranno colmare tutte le specificità del caso in questione, superando sia la perizia della pubblica accusa presentata dal pm Domenico Frascino, sia quella della difesa avanzata dagli avvocati Marcello Manna e Pierluigi Pugliese. L’Incarico sarà conferito loro il 21 dicembre, giorno in cui riprenderà il processo.

I fatti, come detto, risalgono al 20 febbraio 2016 quando la biologa Giovanna Leonetti, 37 anni, tolse la vita alla figlioletta soffocandola con un cuscino. Il tutto avvenne all’interno di un appartamento situato nel centro di Cosenza. La Leonetti – sulla base delle testimonianze raccolte dai magistrati – soffriva da tempo di depressione post-partum, una delle patologie psichiatriche più frequenti che evidentemente è stata la causa di quel folle gesto che ha tolto la vita alla sua piccola creatura. (Antonio Alizzi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it