Tutte 728×90
Tutte 728×90

Camilli, il patron della Viterbese, si scaglia contro Braglia: «E’ l’anticalcio»

Camilli, il patron della Viterbese, si scaglia contro Braglia: «E’ l’anticalcio»
Photo Credit To foto mannarino

Il presidente della Viterbese tuona contro il tecnico del Cosenza: «Braglia si è lamentato? E’ un allenatore che è abituato alle botte, alla cattiveria e all’ignoranza. E’ andato a rubare soldi in Calabria».

A fine gara a tuonare dai microfoni di Radio Verde è stato anche il presidente della Viterbese che si è scatenato contro il tecnico del Cosenza Braglia. «Ma finiamola di andare dietro a certe cose. L’arbitro ha fatto una grande gara. E’ stato corretto. Ha subito un’ingiuria ed ha espulso il giocatore. Vedrete che quest’arbitro farà strada».

Camilli poi punta il dito contro il tecnico del Cosenza. «Braglia si è lamentato? E’ un allenatore che è abituato alle botte, alla cattiveria e all’ignoranza. E’ andato a rubare soldi in Calabria. Lui è questo, non è nuovo. E’ l’anti-calcio ma l’ho purgato diverse volte. Al ritorno sarà una guerra? La guerra è un’altra. Non le ho prese mai. Figuriamoci ora. Se andrò a Cosenza? Non ci sarò, ma so già che atteggiamento troveremo. Del resto il loro allenatore negli anni passati si è dimostrato per quello che è. Ma non ha mai vinto nulla ed un motivo ci sarà». (co.ch.)

Related posts