Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, il cinismo paga. Vittoria playoff sulla Juve Stabia (1-2)

Cosenza, il cinismo paga. Vittoria playoff sulla Juve Stabia (1-2)

Calamai e Dermaku danno tre punti pesantissimi al Cosenza sul campo di una diretta concorrente per i playoff. La Juve Stabia viva solo nel finale, ma non basta Marzorati.

Vittoria importantissima quella del Cosenza sul campo di una Juve Stabia imbrigliata a dovere dai rossoblù con un modulo di gioco che non sarà spumeggiante, ma è tremendamente concreto. Le reti di Calamai e Dermaku sono un capolavoro di cinismo, ma ciò che conta di più è la tranquillità con cui i calabresi hanno portato a casa l’intera posta in palio rilanciandosi alla grande nelle zone che contano dei playoff. In più si è rivista quella determinazione che li aveva portati a non perdere per 11 match di fila e a scalare la classifica. Il blitz, più che meritato, scaccia ogni cattivo pensiero.

A Castellammare di Stabia il terreno in sintetico è di ultima generazione, l’ideale se si vuole giocare veramente a calcio. Braglia torna in panchina dopo tre giornate ed opta per un sicuro 3-5-1-1 dove ai dietro Perez agisce Mungo. A centrocampo piena conferma per la coppia Bruccini-Calamai, mentre riecco Palmiero in regia. Sulle fasce come al solito tocca a Corsi e D’Orazio. Davanti a Saracco c’è il classico terzetto di marcatori composto da Idda, Dermaku e Camigliano. Caserta risponde con una prima linea niente male ma dove non c’è Paponi che finisce in tribuna a sorpresa.

Mungo gioca a tutto campo ed è un vero e proprio regista aggiunto che di sovente lascia lo spazio vitale a Bruccini per inserirsi e rendersi pericoloso. Avviene così in occasione del vantaggio dei Lupi con uno scambio nel breve con cui il capocannoniere rossoblù mette Calamai davanti a Branduani. Al 28’ il Cosenza passa, ma prima qualche pericolo lo aveva corso specialmente a margine di una paio di indecisioni dei singoli. La Juve Stabia, tuttavia, più di scheggiare un palo e di andare vicino al pari con Simeri non fa prima del break. Merito di un collaudato sistema di gioco che non porterà spesso le punte dalle parti del portiere avversario, ma che in chiave di non possesso non fa correre rischi.

Nella ripresa nemmeno il tempo di riprendere confidenza con la partita che il Cosenza raddoppia. Merito di Dermaku stavolta, che solo soletto stacca in area di rigore su un corner di Corsi. La storia si ripete dopo qualche minuto, ma né Perez e né Idda la spingono dentro da pochi centimetri. Il match è bloccato, le Vespe non hanno varchi in cui fiondarsi e i suoi uomini non creano superiorità. Nemmeno il passaggio al 4-2-4 sortisce effetti, anzi gli ospiti diventano padroni del campo e l’esito, scontato, è l’esultanza degli uomini di Braglia a fine partita nonostante il 2-1 casuale di Marzorati. I presupposti per vivere domenica prossima un Cosenza-Catanzaro con grande trasporto emotivo ci sono davvero tutti. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in divisa bianca, Juve Stabia in maglia gialloblu
4′ Il primo acuto è del Cosenza che con Bruccini prova un tiro al volo in area di rigore ma Branduani si distende e blocca la sfera
6′ Calami ci prova dalla distanza ma il suo tiro termina abbondantemente sopra la traversa
15′ Palmiero ci prova dalla distanza, Branduani blocca in due tempi
18′ Pericolo per il Cosenza. Errore di Palmiero in mezzo al campo che si fa rubar palla da Mastalli ed innesca subito Strafezza che entra in area e prova un diagonale la palla sfiora il palo e termina fuori
28′ Goooooooool del Cosenza. Grande azione dei rossoblù, Bruccini serve Calami sul filo del fuorigioco che controlla e batte l’estremo difensore di casa
34′ Vicente mette al centro, Marzorati ci prova di testa ma il tiro è centrale e Saracco non ha nessun problema a bloccare la palla
40′ Pericolo per il Cosenza. Crialese riceve palla in area di rigore, prova un tiro-cross basso che per poco non consente a Mastalli di deviarla in rete. Per fortuna dei rossoblù la palla termina di poco a lato
43′ Gran palla al centro di Mungo, Perez, però, non arriva per un soffio sulla palla che viene recuperat dalla difesa di casa
45′ Un minuto di recupero
45’+1′ Si chiude il primo tempo con i rossoblù avanti grazie alla rete di Calamai
SECONDO TEMPO.
1′ Le due squadre rientrano in campo con gli stessi uomini della prima frazione di gioco
3′ Gooooooool del Cosenza. Angolo di Corsi, Dermaku lasciato tutto solo al centro dell’area di rigore colpisce di testa mettendo la sfera alle spalle di Branduani
5′ Gran tiro di Canotto, Saracco si supera e respinge la minaccia
6′ Occasionissima per il Cosenza. Ancora da calcio d’angolo la sfera termina sui piedi di Perez che da due passi non riesce a metterla dentro
7′ Padroni di casa pericolosi con Simeri che prova a beffare in uscita saracco con un pallonetto ma la palla termina di poco a lato
10′ Primo cambio per la Juve Stabia. Dentro Franchini, fuori Nava
13′ Juve Stabia pericolosa con l’incursione di Strafezza che arriva al limite dell’area di rigore e prova il tiro ma Saracco blocca senza problemi
15′ Primo cambio per il Cosenza. Dentro Tutino e fuori Mungo
18′ Canotto defilato entra in area di rigore e prova il tiro ma Saracco blocca in presa bassa
20′ Gran conclusione dalla distanza di Bruccini la palla sfiora il palo e termina fuori
22′  calamai ci prova dalla distanza il suo tiro termina fuori
23′ Doppio cambio per la Juve Stabia. Dentro Sorrentino e Berardi fuori Canotto e Viola
26′ Secondo cambio per il Cosenza. Dentro Pascali e fuori Camigliano
39′ Doppio cambio per la Juve Stabia. Fuori Vicente e Strafezza, dentro Calò e D’Auria
41′ Gol della Juve Stabia. Punizione in area la palla viene deviata toccata da Marzorati e termina in rete
42′ Dentro Okereke e Baclet, fuori Palmiero e Perez
44′ D’Auria ci prova dalla distanza il suo tiro termina fuori
45′ Cinque minuti di recupero
45’+5 Termina il match. Il Cosenza espugna il Menti e conquista tre punti fondamentali per la classifica

 

Il tabellino:

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Nava (11’ st Franchini), Allievi, Marzorati, Crialese; Vicente (38’ st Calò), Viola (23’ st Berardi), Mastalli; Canotto (23’ st Sorrentino), Simeri, Strefezza (38’ st D’Auria). A disp.: Bacci, Esposito, Severini, Bachini, Redolfi, Gaye, Dentice, Matute. All.: Caserta
COSENZA (3-5-1-1):
Saracco; Idda, Dermaku, Camigliano (27’ st Pascali); Corsi, Bruccini, Palmiero (41’ st Baclet), Calamai, D’Orazio; Mungo (15’ st Tutino); Perez (41’ st Okereke). A disp.: Zommers, Boniotti, Pasqualoni, Ramos, Okereke, Braglia T., Baclet. All.: Braglia P.
ARBITRO: Meleleo di Casarano
MARCATORI: 28’ pt Calamai (C), 3’ st Dermaku (C), 40’ st Marzorati (JS)
NOTE: Spettatori circa 2000 con rappresentanza ospite. Espulsi: -. Ammoniti: Baclet (C), Calò (JS), Franchini (JS). Angoli: 6-4. Recupero: 1’ pt – 5’ st

Related posts