Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: niente sconti a Tutino per l’espulsione di Livorno

Giudice Sportivo: niente sconti a Tutino per l’espulsione di Livorno

Il Giudice Sportivo ha squalificato Tutino del Cosenza dopo il cartellino rosso rimediato a Livorno e anche D’Orazio. Appiedati 13 calciatori.

Il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 12 febbraio 2019, ha assunto una serie di  decisioni che riguardano direttamente il Cosenza. Tutino, infatti, espulso nel finale di Livorno, starà lontano dai campi da gioco per due settimane. Tutti i provvedimenti sono qui di seguito riportati:

AMMENDE SOCIETA’:
€ 2.000,00: alla Soc. CREMONESE per avere suoi sostenitori, nel corso delle gara, acceso quattro fumogeni nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
€ 2.000,00: alla Soc. SALERNITANA per avere suoi sostenitori, al termine della gara, lanciato un petardo sul terreno di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
€ 1.500,00: alla Soc. BENEVENTO per avere ingiustificatamente causato il ritardato inizio della gara di circa quattro minuti.

ALLENATORI:
AMMONIZIONE
OCCHIUZZI Roberto (Cosenza): per avere, al 26° del secondo tempo, uscendo dall’area tecnica, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

CALCIATORI:
SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
MERELLI
Davide (Padova): per avere, al 36° del primo tempo, dalla panchina, rivolto ad un Assistente espressioni irriguardose.
TUTINO Gennaro (Cosenza): per comportamento gravemente antisportivo, perché, al 41° del secondo tempo, a giuoco fermo, spingeva con veemenza alle spalle un calciatore avversario.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
ADORNI
Davide (Cittadella): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
FACCHIN Davide (Venezia): per avere, al 30° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina, contestato con veemenza l’operato arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.
ROHDEN Marcus Christer (Crotone): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
AGAZZI Davide (Livorno): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
ARINI Mariano (Cremonese): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
D’ORAZIO Tommaso (Cosenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
DI GENNARO Matteo (Livorno): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
LUCIONI Fabio (Lecce): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
MATOS SANTOS PINTO Ryder (Hellas Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
PEZZI Enrico (Carpi): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
RANIERI Luca (Foggia): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta sanzione).

Related posts