Tutte 728×90
Tutte 728×90

Enza Bruno Bossio si difende: «Indagata per un sms di protesta»

Enza Bruno Bossio si difende: «Indagata per un sms di protesta»

Pubblichiamo l’intervento della deputata Enza Bruno Bossio, indagata per corruzione elettorale nell’ambito dell’inchiesta sul governatore della Calabria Mario Oliverio.

Sono appena uscita dalla sala operatoria e ho trovato il mio telefono pieno di messaggi di solidarietà. Non capivo cosa fosse successo visto che l’operazione non era così grave.  Poi ho capito.

È accaduto quello che i magistrati (anzi i Pm) hanno annunciato fin dal primo giorno dell’inchiesta, nella conferenza stampa del 17 dicembre.

Sarei indagata per un sms di protesta inviato al direttore dei lavori di piazza Bilotti (opera appaltata e aggiudicata dal comune di Cosenza) poiché continuava ad autorizzare l’ingresso in cantiere di un ex sindaco che da semplice cittadino si comportava come se l’opera fosse COSA SUA.

Incredibile ma vero i Pm hanno considerato evidentemente legittima l’arbitraria presenza di Occhiuto (non più sindaco di Cosenza) in un luogo dove potevano esserci solo ADDETTI AI LAVORI, mentre meritevole di approfondimento di indagine la mia azione atta a ristabilire la legalità.

Tutti questi elementi quindi mi fanno stare serena personalmente (un po’ meno per la tenuta democratica) e aspetto con fiducia il lavoro della magistratura giudicante che saprà distinguere il reato dalla persona perseguita.

Enza Bruno Bossio (deputata Pd)

Related posts