Giudiziaria

Delitto Marincolo, la Dda di Catanzaro chiede quattro ergastoli

Delitto Marincolo alle battute finali. Oggi la Dda di Catanzaro ha chiesto quattro ergastoli per i presunti mandanti e partecipi.

Delitto Marincolo alle battute conclusive, almeno per quanto riguarda il processo di primo grado. Oggi dinanzi al gup del Tribunale Distrettuale di Catanzaro, Ferraro la Dda di Catanzaro ha chiesto quattro ergastolo senza isolamento diurno nei confronti dei presunti mandanti e partecipi dell’omicidio di mafia, commesso nel 2004 dal clan “Bruni-zingari” per vendicare la morte di Francesco Bruni senior “bella bella”, assassinato dagli italiani nella cosiddetta guerra di mafia di Cosenza, tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del 2000.

Il pubblico ministero Camillo Falvo, procuratore capo in pectore della procura di Vibo Valentia (in attesa del plenum del Csm) ha chiesto il “fine pena mai” per Giovanni Abruzzese, Carlo Lamanna, Umile Miceli e Mario Attanasio. Per i due pentiti Daniele Lamanna e Adolfo Foggetti, la Dda di Catanzaro ha richiesto una condanna a 8 anni e 4 mesi di carcere. Le discussioni difensive si terranno il 27 gennaio 2020, giorno in cui sarà emessa la sentenza. Gli avvocati difensori sono Paolo Pisani, Luca Acciardi, Antonio Ingrosso, Giorgia Greco e Antonio Quintieri.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina