CronacaIn evidenza home

Amaco, sciopero da percentuali bulgare. Soddisfatti i sindacati

Adesione pressoché totale dei lavoratori Amaco allo sciopero di Ieri. Il sindacato: «Non faremo alcun passo indietro, servono dell risposte».

«Percentuale bulgara». Con queste laconiche parole il sindacato Faisa-Cisal commenta lo sciopero di ieri da parte dei lavoratori e delle lavoratrici dell’Amaco di Cosenza. L’adesione all’astensione dal lavoro è stata pressoché totale, tanto che solo due bus hanno varcato il cancello aziendale. Dalle ore 10 alle ore 14 ci si è battuti per altro. La Federazione Autonoma Italiana Sindacale Autoferrotranvieri ribadisce che temi che sottendono alla protesta non possono non essere affrontati e risolti. «In special modo quello relativo ai ritmi di lavoro che vede i dipendenti Amaco sottoposti a turni di servizio senza soste e senza rotazione, con conseguente esposizione a stress e malessere che, inevitabilmente, si ripercuotono sul servizio».

«L’Amaco affronti la questione»

«Ci attendiamo ora che Amaco comprenda che è giunto il momento di sedersi ad un tavolo per affrontare, seriamente, le problematiche che abbiamo sollevato e che hanno spinto oltre il 99% della forza lavoro ad aderire allo sciopero – aggiunge la Faisa-Cisal -. Una così massiccia partecipazione è la viva testimonianza che i lavoratori pretendono risposte e fa comprendere quanto sia avvertito il bisogno di vedere rivolta l’attenzione datoriale al grido di malessere che da essi si leva».

«Non un passo indietro»

«Nel ringraziare tutti coloro che hanno convintamente sostenuto lo sciopero dalla Faisa-Cisal, incrociando le braccia, confermiamo di non avere alcuna intenzione di indietreggiare, rispetto alla lotta ingaggiata, sino a quando il successo non avrà coronato gli sforzi profusi, conducendo in porto il risultato che è quello di vedere rispettati il Contratto nazionale e quello aziendale e, quindi, migliorate le condizioni di lavoro di tutti i dipendenti Amaco». Il comunicato si chiude con le firme in calce del segretario Francesco Bruno e del componente esecutivo Antonio Sibio.

Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina