lunedì,Giugno 27 2022

OVERTURE | Narcotraffico: il Riesame conferma il carcere per quattro indagati

Il tribunale del Riesame di Catanzaro ha sciolto le riserve sui ricorsi presentati dagli indagati accusati di narcotraffico. Ecco le novità.

OVERTURE | Narcotraffico: il Riesame conferma il carcere per quattro indagati

Il tribunale del Riesame di Catanzaro ha preso una decisione sui ricorsi presentati dagli avvocati difensori di una parte degli indagati coinvolti nell’operazione antimafia “Overture“. Si tratta del gruppo legato alla presunta associazione per delinquere dedita al narcotraffico, al cui vertice ci sarebbe Alfonsino Falbo. (LEGGI QUI LA DECISIONE SUL GRUPPO SGANGA)

Narcotraffico a Cosenza, solo quattro rimangono in carcere

A distanza di cinque giorni dall’udienza camerale, tenutasi dinanzi al presidente Giuseppe Valea, il Tdl di Catanzaro ha confermato l’ordinanza del gip distrettuale di Catanzaro, Paola Ciriaco, che aveva applicato la misura cautelare della custodia in carcere ad Alfonsino Falbo (difeso dall’avvocato Antonio Ingrosso), Sergio Raimondo (difeso dall’avvocato Filippo Cinnante), poi passato ai domiciliari dopo l’interrogatorio di garanzia per problemi, Massimo Imbrogno (difeso dall’avvocato Giovanni Cadavero), Vincenzo Laurato (difeso dall’avvocato Giampiero Calabrese), Gianfranco Fusaro (difeso dall’avvocato Angelo Pugliese) e Riccardo Gaglianese (difeso dall’avvocato Antonio Quintieri). Di questi, solo Fusaro lascia il carcere e passa agli arresti domiciliari. In precedenza, il Riesame aveva rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata da Gaetano Bartone (difeso dall’avvocato Francesco Chiaia). Resta in carcere insieme agli altri quattro indagati. (LEGGI QUI I DETTAGLI)

Articoli correlati