Cosenza Calcio

Reggina-Cosenza 0-0. Resiste il bunker rossoblù, Falcone stoppa Denis

Falcone para tutto, anche un rigore a Denis. Reggina-Cosenza finisce 0-0 dopo un assalto amaranto alla porta dei Lupi dopo il rosso a Tiritiello.

Un supereroe chiude a doppia mandata la porta e il Cosenza prende un punto: nonostante l’inferiorità numerica, i Lupi portano a casa un preziosissimo 0-0 dal “Granillo” grazie a Wladimiro Falcone, che salva il risultato in almeno sei occasioni nitide. L’espulsione di Tiritiello nel corso del primo tempo ha nettamente influenzato il corso della gara, coi rossoblù costretti nella propria metà campo praticamente per tutti i novantaquattro minuti di gioco. Bravo Occhiuzzi a dosare le forze, bravissimo il portiere rossoblù a parare il rigore di Denis e a respingere le numerose occasioni messe in piedi dai padroni di casa.

Davanti allo specchio

Occhiuzzi vara un 3-4-1-2 più offensivo del solito, con Báez largo a destra e Sacko trequartista dietro Carretta e Gliozzi. Bruccini e Petrucci in mezzo al campo, Bittante a sinistra, Idda, Ingrosso e Tiritiello compongono la linea difensiva a tre davanti a Falcone. Stesso modulo per Toscano, con Guarna in porta, Loiacono, Cionek e Del Prato in difesa, Liotti, Crisetig, Bianchi e Rolando nella zona nevralgica, Bellomo alle spalle di Denis e Menez.

Reggina aggressiva

I Lupi partono subito veloce, proiettandosi in avanti con Bittante: suo il traversone al 4′ che costringe Guarna a una difficile respinta. Per gli amaranto risponde Menez con un cross rasoterra sul quale non interviene nessuno. L’occasione fa salire la squadra di casa, che fa la partita. Al 13′ il francese calcia in porta, tiro deviato e bloccato da Falcone. Il portiere rossoblù si rende protagonista al 18′, quando esce su Bellomo lanciato a rete da un passaggio folle di Tiritiello in orizzontale. Al 24′ Idda perde palla e lancia Rolando, il centrale sardo recupera la posizione e stende l’avversario, prendendosi il giallo e regalando agli avversari una punizione dal limite: la barriera devia in angolo e, sugli sviluppi del corner, ribaltamento di fronte che lancia Báez. L’uruguagio serve Carretta che punta il diretto avversario e calcia, ma lento e centrale: Guarna blocca. Benché la Reggina abbia il pallino del gioco in mano, gli uomini di Occhiuzzi possono ripartire facilmente, come alla mezz’ora con Bittante: il pallone arriva a Gliozzi prima e a Carretta poi, ma la difesa amaranto respinge e il portiere blocca.

Episodio da moviola

Al 34′ Denis semina il panico e Tiritilello lo atterra: giallo per il numero 4, punizione dai venticinque metri per la Reggina. Bellomo batte, Falcone non trattiene e Loiacono calcia a botta sicura. Tiritiello prova ad allontanare, toccando prima con la mano. Il direttore di gara assegna il calcio di rigore, ma il guardalinee indica il centrocampo e assegna il gol, seguito dall’arbitro. Passa qualche giro d’orologio e il Signor Ros di Pordenone torna sulla sua decisione e assegna il penalty, espellendo Tiritiello per somma di ammonizioni. Dal dischetto va Denis che calcia alla sinistra di Falcone, ma il numero 30 si conferma pararigori e respinge il tiro dagli undici metri del Tanque. Dato il rosso a Tiritiello, Occhiuzzi corre ai ripari e inserisce Legittimo al posto di Sacko. Al 43′ Bellomo da fuori, Falcone in angolo. È l’ultima occasione di un primo tempo che si chiude con un 65-35 di possesso palla, ma il risultato resta sullo 0-0.

Falcone superstar di Reggina-Cosenza

Nella ripresa l’inferiorità numerica si fa sentire e dopo appena due minuti la Reggina sfiora il vantaggio con Menez, che viene servito dopo un errore in disimpegno di Báez: il francese spedisce altissimo sulla traversa da ottima posizione. Ancora l’ex Milan scatena il panico servndo Bellomo, bravissimo Falcone a mandare in angolo. Due minuti dopo Legittimo si perde Bianchi su un cross dalla destra, Falcone respinge il colpo di testa sul primo palo. Sugli sviluppi del corner Cionek impatta bene ma manda sopra la traversa. Occhiuzzi corre ai ripari e inserisce Kone e Corsi al posto di Petrucci e Gliozzi, ma il protagonista resta sempre il portiere che al 60′ compie un miracolo su un rasoterra a giro di Crisetig. Il primo tiro in porta dei Lupi nella ripresa arriva al 67′ con Carretta, tiro bloccato in due tempi da Guarna, che si ripete pochi minuti dopo su un bel calcio al volo di Kone.

Finale senza brividi

Al 79′ Toscano rompe gli indugi e inserisce Lafferty a far compagnia a Denis. Proprio l’ex Napoli su un cross dalla destra gira verso la porta sfiorando il palo. Occhiuzzi inserisce Ba e Sueva per Báez e Carretta, rinfoltendo il centrocampo e affidandosi alla velocità del wonder boy in avanti. Al minuto 84 Menez si inserisce in area e dal fondo cerca il lob, ma colpisce la parte superiore della traversa. Ultima occasione della gara, ch si chiude sullo 0-0.

Mostra altro

Francesco La Luna

Francesco La Luna è nato a Cosenza nel 1993. Laureato in Lettere Classiche all'Università della Calabria nel 2016 con una tesi sul giornalismo di Vincenzo Padula, ha iniziato la propria carriera giornalistica nel 2013 con il portale online _Ottoetrenta_. Dal 2015 collabora con la redazione sportiva de _Il Quotidiano del Sud_. Dal 2016 al 2018 è stato Ufficio Stampa del Cosenza Calcio, poi ha frequentato il XIV biennio alla Scuola di Giornalismo di Perugia, durante il quale ha collaborato, da stagista, anche con _La Gazzetta dello Sport_. È vincitore della sesta edizione del premio "Tonino Carino" per la sezione giornalismo sportivo.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina