Altre di CronacaCronaca

Coronavirus, scuola chiusa a Paterno «per psicosi di contagio»

Il sindaco di Paterno Calabro ha deciso di chiudere la scuola fino al prossimo 8 novembre. Nel plesso, però, non sono emersi casi Covid-19.

Il sindaco di Paterno Calabro, Lucia Papaianni ha chiuso la scuola fino al prossimo 8 novembre. L’ordinanza, firmata questa mattina, andrà in vigore da domani. Nell’ordinanza sindacale si evince che «i numeri dei contagi positivi che riguardano la scuola di Piano Lago (LEGGI QUI) degli ultimi giorni, ha determinato nella popolazione studentesca e cittadina una forma di psicosi di contagio seppur la scuola di Paterno Calabro non presenta alcun caso positivo e non vi è imputabile alcuna promiscuità con i contagiati posti precedentemente in isolamento domiciliare precauzionale ed oggi in quarantena». Il Comune di Paterno Calabro, alla data di ieri, conta 6 casi di Covid-19, di cui uno collegato al tribunale di Cosenza.

Il sindaco Papaianni inoltre ha ricordato che «i genitori coscienziosi hanno tutti rispettato unitamente ai propri piccoli, le regole e le disposizioni impartite, tanto da poter contenere i contagi al solo nucleo familiare» ed inoltre che «è necessario anteporre la salute psico-fisica dei nostri bambini e bambine che vengono affidate a degli insegnanti che li tutelano, facendo vivere a tutti loro un ambiente sereno che non crei falsi allarmismi e pregiudizi, oltre che il dilagare di pensieri che possono turbare la vita quotidiana e quindi la crescita sociale e morale dei nostri piccoli e delle nostre piccole».

A Paterno dunque l’ordinanza servirà «per meri e soli fini di tutela psico-fisica della popolazione scolastica mirata a prevenire una situazione di disagio e paura che potrebbe determinare risvolti negativi sulla crescita dei piu’ piccoli, che invece deve essere preservata e rispettata oltre che, è necessario e preminente un’educazione alla devozione dell’altro».

Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina