mercoledì,Giugno 29 2022

Duplice omicidio Lenti-Gigliotti, ridotte le condanne di Bruni e Ruà: la sentenza

Gianfranco Bruni e Gianfranco Ruà hanno ottenuto una riduzione della condanna nel processo d'appello per il duplice omicidio Lenti-Gigliotti.

Duplice omicidio Lenti-Gigliotti, ridotte le condanne di Bruni e Ruà: la sentenza

Gianfranco Bruni, conosciuto come “u Tupinaru” e Gianfranco Ruà, esponente di spicco della cosca “Lanzino” di Cosenza, sono stati condannati anche in appello per il duplice omicidio di Marcello Gigliotti e Francesco Lenti, uccisi nel 1986. La Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro, tuttavia, ha ridotto la pena ad entrambi gli imputati.

Dinanzi al gup distrettuale antimafia infatti Bruni e Ruà avevano subito una condanna a 30 anni di carcere, mentre nel processo di secondo grado, grazie alla concessione di alcune attenuanti, la pena è di 20 anni ciascuno. La procura generale aveva chiesto l’ergastolo. Bruni durante il processo di secondo grado aveva deciso di raccontare come si svolsero i fatti, prendendosi una parte di responsabilità per il duplice omicidio di ‘ndrangheta. A Cosenza, invece, è in corso il processo (rito ordinario) contro lo storico pentito, Franco Pino e il boss Francesco Patitucci. Il primo è accusato di essere il mandante del duplice delitto, mentre il secondo avrebbe partecipato alla fase esecutiva.

Articoli correlati