martedì,Maggio 24 2022

Corigliano Rossano: cresce il numero dei diabetici, ambulatorio attivo al Guido Compagna (VIDEO)

In Calabria, si stima che i pazienti affetti da diabete siano circa 80mila tra i 18 e i 64 anni

Corigliano Rossano: cresce il numero dei diabetici, ambulatorio attivo al Guido Compagna (VIDEO)

CORIGLIANO ROSSANO – Cresce in Calabria una delle patologie croniche in larghissima diffusione: il diabete mellito. Nel mondo sono 177 milioni i soggetti affetti dalla patologia ed entro il 2025 il dato aumenterà vertiginosamente. In Italia sono circa 2 milioni. In Calabria, dai dati Istat, si stima che i diabetici siano circa 80mila tra i 18 e i 64 anni. La fascia di età più colpita è tra i 50 e i 69 anni, in particolar modo le persone con basso livello di istruzione e gli obesi.

A Corigliano Rossano, partendo dal presupposto che il 70% dei posti letto dell’unità operativa di Medicina Interna (diretto da Luigi Muraca), è occupata da pazienti diabetici (tipo 2), si è pensato di dare vita a un apposito ambulatorio già attivo da qualche mese. E spesso si riscontrano patologie cardiovascolari concomitanti (ipertensione, dislipidemia, obesità, steatosi epatica) che risultano essere quasi sempre associate al diabete (tipo 2) aumentando di molto il loro rischio cardiovascolare.

Giuseppe Vatrano, è dirigente medico endocrinologo, sottolinea l’aggressività della patologia a tal punto da ritenersi necessario talvolta il ricorso al pronto soccorso, soprattutto in casi di carenza di insulina. Nell’ambulatorio vengono impiegati i microinfusori utile a seguire dettagliatamente i pazienti.

A Corigliano Rossano si studia l’aggressività del diabete

Sono tante le ragioni che hanno indotto i vertici dell’Asp di Cosenza ad aprire l’ambulatorio di diabetologia. La dottoressa Pia Salerno, medicina interna, ha posto l’attenzione sulla continuità assistenziale anche nella fase post-ricovero ma anche sui notevoli costi di degenza determinati dalle complicanze che comporta il diabete.  Lo staff è composto da 4 specialisti della materia.

Il servizio garantisce la continuità assistenziale al paziente diabetico e la sua gestione nella complessità della patologia, potendo effettuare lo screening del rischio cardiovascolare attraverso la presenza concomitante dell’ambulatorio di Cardiologia e degli specialisti nella diagnostica vascolare.

Il team diabetologico pone inoltre un’attenzione particolare alla cura del: diabete 1, trattato con modelli di terapia insulinica intensiva (anche con microinfusore) e controllo dei risultati raggiunti attraverso l’automonitoraggio domiciliare della glicemia e l’applicazione di sensori per il monitoraggio in continuo del glucosio nel liquido interstiziale (CGM e FGM; vista la presenza dell’unità operativa di Ginecologia e Ostetricia, si tratta anche il diabete gestazionale che può insorgere nelle donne in stato di gravidanza non precedentemente affette da malattia (colpisce circa l’8% delle donne in stato di gravidanza).

Diabete, le indicazioni di due medici

Per la dottoressa Rossella Liguori, endocrinologa, in questi casi possono inserirsi «complicanze materno-fetali ed è importante avviare pratiche preventive da un lato e un trattamento adeguato al paziente dall’altro.

Per la dottoressa Mina Madeo, endocrinologa, per il diabetico è necessario cambiare lo stile di vita mediante modifiche all’azione metabolica. Attualmente l’ambulatorio è attivo nei giorni di lunedì e venerdì previa prenotazione con impegnativa per visita diabetologica presso il CUP. Vista l’elevata richiesta da parte del territorio sin dall’apertura dell’ambulatorio, l’auspicio è quello di poter dedicare più giorni creando un servizio di prevenzione e cura di una delle patologie croniche a più alto impatto sociale e più alto costo di degenza ospedaliera.