venerdì,Maggio 20 2022

Covid, contagi in salita a Luzzi: 80 i positivi. Il sindaco dispone l’obbligo di mascherine all’aperto

Sono 21 in più i casi registrati rispetto a ieri, 65 le persone in quarantena. E sulla proposta di istituzione della zona arancione il primo cittadino ha detto: «Non abbiamo ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale»

Covid, contagi in salita a Luzzi: 80 i positivi. Il sindaco dispone l’obbligo di mascherine all’aperto

Peggiora ancora la situazione dei contagi da Covid a Luzzi. Il sindaco Umberto Federico ha comunicato i dati delle ultime 24 ore pervenuti dal Dipartimento di prevenzione dell’Asp. Sono 80 i casi di positività, 21 in più rispetto all’ultimo aggiornamento di ieri; 65 i soggetti in quarantena per contatti con positivi e 2 i guariti

«Ai nostri concittadini positivi, a quelli in quarantena e alle rispettive famiglie mandiamo un grande e caloroso abbraccio, con l’augurio di una serena degenza e di una pronta guarigione», ha dichiarato il sindaco.

«In questo delicato momento di risalita della curva epidemiologica, ribadiamo quanto sia importante andare avanti con una massiccia campagna di vaccinazione e quanto sia altrettanto indispensabile indossare la mascherina nei luoghi chiusi e in quelli aperti dove si verifichino assembramenti. A tal proposito è in pubblicazione in questi minuti ordinanza sindacale che dispone l’obbligo di mascherina anche all’aperto da domani, sabato 4 dicembre 2021 e fino a venerdì 31 dicembre 2021», ha aggiunto.

«In merito alla proposta di istituzione di “zona arancione” nel nostro Comune, formulata dal Dipartimento di prevenzione dell’Asp alla Presidenza della Regione Calabria, non abbiamo ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Non appena dovesse esserci qualche novità in tal senso, vi sarà prontamente comunicata», ha detto ancora il sindaco rivolgendosi ai suoi concittadini.

E ha concluso: «Ricordiamo alla cittadinanza che è sempre necessario rispettare in modo responsabile le norme dettate dalle autorità sanitarie e politiche. Ancora una volta siamo chiamati ad una grande prova di coraggio contro questo subdolo virus che da quasi due anni condiziona le nostre vite e che ci fa vivere quotidianamente nel terrore. Dimostreremo ancora una volta di essere una grande comunità. Uniamoci tutti in un grande abbraccio virtuale. Forza Luzzi».