martedì,Marzo 5 2024

Occhiuzzi: «Cosenza, vogliamo dare segnali forti sul mercato»

L'allenatore del Cosenza ha affermato che :"Non vogliamo ripetere gli errori del passato. Con Goretti ci confrontiamo ogni sera sul mercato".

Occhiuzzi: «Cosenza, vogliamo dare segnali forti sul mercato»

L’allenatore del Cosenza Roberto Occhiuzzi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di domani al “San Vito – Marulla” contro il Pisa. Ecco le sue parole.

“Trarre il massimo anche in emergenza”

L’allenatore del Cosenza inizia con una battuta: “Finalmente ci ritroviamo per fare una conferenza stampa. E’ una bella novità per me”. L’infermeria del Cosenza però è piena con Situm e Gerbo che rischiano di rientrare nel 2022: “Dobbiamo capire se riusciamo a recuperarli per l’ultima dell’anno. Erano problemi che si portavano dietro da tempo. Siamo in emergenza però dobbiamo trarre il massimo adesso da chi c’è per poi fare un discorso importante nel mercato”.

“Vogliamo dare segnali forti sul mercato”

Occhiuzzi sotto questo punto di vista è deciso ed afferma che anche la società ha le idee chiare: “Il mercato è un discorso che il Direttore sta portando avanti con il Presidente trovando massima disponibilità. Con me Goretti si confronta ogni sera. Vuole capire bene le mie idee tattiche e queste tre gare sono importanti anche per questo. Proprio per evitare gli errori del passato vogliamo dare segnali forti sul mercato. E’ ovvio che devo pensare prima a queste partite che lo precedono. Ma sappiamo bene che dobbiamo dare più qualità alla rosa”.

“Pisa squadra rodata negli anni”

Domani però c’è da pensare al Pisa che arriva al “Marulla” da capolista a sorpresa: “Il Pisa è una squadra rodata negli anni. Ora – dice Occhiuzzi – ha trovato anche la continuità di risultati ed anche mentalmente hanno acquisito la giusta convinzione. Noi dobbiamo guardare in casa nostra ed affrontare ogni avversario con rispetto, con la cattiveria giusta e la voglia di vincere i duelli. Se si fa una grande partita, si può riprendere la strada che tutti vogliamo. Sabato a Pordenone lo abbiamo fatto per 30 minuti. Era la mia prima gara. Stiamo lavorando sul fattore mentale per ritrovare entusiasmo”.

Due piani tattici al vaglio

Ma che Cosenza sarà sotto il punto di vista tattico? “Per quel che riguarda il modulo – spiega Occhiuzzi – sto lavorando su due fronti. Ma devo capire anche chi ho a disposizione. C’è una strada già percorsa che può dare più certezze. Però bisogna sempre avere un piano B. Quando ci siamo messi a 4 contro il Pordenone abbiamo fatto bene. Potremmo anche cambiare in corsa”. Florenzi sorpresa positiva anche con Occhiuzzi: “Il ragazzo sta dimostrando il suo valore. E’ un calciatore volenteroso che ha voglia di fare bene. Lui come Sueva, o come qualche altro che potrò valutare in futuro, sono patrimoni della società ma non bisogna dargli tante responsabilità. Sabato è entrato con cattiveria. Gli ho chiesto di fare la differenza e lo ha fatto. Anche sull’azione finale che poteva essere rigore”.

Densità a centrocampo

In caso di modulo a 4 dietro chi potrebbe fare il terzino destro, anche in considerazione che Corsi potrebbe giocare a sinistra vista l’assenza di Situm? “Pirrello lo ha fatto a Empoli. Anche Tiritiello ad Andria. Venturi lo conosco di meno e sarebbe un azzardo metterlo lì”. Invece a centrocampo come si affronta il Pisa? “Bisogna comunque dare densità in zona palla perché loro portano molti uomini in quella zona e sono molto strutturati fisicamente. Noi dobbiamo dare l’idea di poter far male da un momento all’altro, alzare il baricentro e lasciare i nostri attaccanti più vicino alla porta avversaria”.

Articoli correlati