lunedì,Giugno 27 2022

La croce potenziata nel gonfalone della Camera di Commercio di Cosenza (VIDEO)

Lo stemma si completa con la Corona Marchionale e, in basso, con l’alloro simbolo della gloria che si interseca con le foglie di quercia, simbolo della potenza

La croce potenziata nel gonfalone della Camera di Commercio di Cosenza (VIDEO)

La croce potenziata, adottata da Goffredo di Buglione, eroe della prima crociata, campeggia al centro dell’emblema storico e del gonfalone della Camera di Commercio di Cosenza. Lo stemma si completa con la Corona Marchionale e, in basso, con l’alloro simbolo della gloria che si interseca con le foglie di quercia, simbolo della potenza.

Frutto di un appassionato ed entusiasmante lavoro di ricerca storica attraverso gli oltre due secoli di attività dell’Ente, lo stemma è stato attribuito in forma ufficiale ed ai sensi di legge, dall’ufficio Onorificenze e Araldica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con provvedimento sottoscritto anche dal Presidente della Repubblica, nel corso di una manifestazione ospitata nella rinnovata sala Petraglia, alla quale sono intervenuti il capo ufficio vicario del cerimoniale di Stato Enrico Passaro e l’araldista Rita Raffaella Russo.

Nel corso della cerimonia si è proceduto anche al rinnovo del protocollo sottoscritto con la presidente del tribunale bruzio, Maria Luisa Mingrone, per lo svolgimento delle attività di giustizia alternativa, in particolare della mediazione e dell’arbitrato, già da tempo svolte dalla Camera di Commercio. Scoperta inoltre una targa celebrativa di tutti i presidenti che si sono alternati alla guida dell’Ente nei suoi 210 anni di storia.

«Oggi il nostro ente è ritornato in possesso degli emblemi che rappresentano la sua identità storica – ha detto tra l’altro il presidente Klaus Algieri – e con la consegna ufficiale dello Stemma e del Gonfalone apriamo le celebrazioni per l’anniversario della fondazione della Camera di Commercio, istituita come Società economica di Calabria Citra il 30 luglio 1812 con Decreto della regina reggente del Regno di Napoli, Carolina Bonaparte. Molto è cambiato in 210 anni – ha aggiunto – ma possiamo ancora affermare che rimane certamente attuale il nostro ruolo principale: contribuire al benessere del Paese attraverso la promozione e lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio. Un ruolo che è per noi motivo di orgoglio, soprattutto perché operiamo in un territorio che è sempre stato maltrattato ma che da solo riesce però a uscire fuori, e lo abbiamo dimostrato più volte come ente, dando indicazioni anche a livello nazionale».

Oltre ai membri degli organismi della Camera di Commercio, hanno partecipato numerosi rappresentanti istituzionali tra i quali il presidente della Provincia Rosaria Succurro, il sindaco di Palazzo dei Bruzi Franz Caruso, l’Assessore regionale Gianluca Gallo, il presidente di ANCI Calabria, Marcello Manna, la senatrice Fulvia Caligiuri. Nell’intervista l’araldista Rita Raffaella Russo illustra i contenuti dello stemma storico attribuito alla Camera di Commercio.

Articoli correlati