lunedì,Settembre 26 2022

Divorzio Campora-Amantea, il sindaco Pellegrino dopo la sentenza del Tar: «Ci riserviamo ulteriori valutazioni»

All'indomani del pronunciamento del tribunale amministrativo che respinge la richiesta di sospensiva del referendum per l'accorpamento a Serra d'Aiello, il primo cittadino dichiara di essere pronto a osservare le disposizioni della Regione ma di non escludere «eventuali azioni nelle sedi competenti»

Divorzio Campora-Amantea, il sindaco Pellegrino dopo la sentenza del Tar: «Ci riserviamo ulteriori valutazioni»

«Preso atto del pronunciamento del Tar Calabria, che respinge la richiesta di sospensiva di induzione del referendum consultivo avverso l’accorpamento di Campora a Serra d’Aiello, l’amministrazione comunale di Amantea riafferma la propria intenzione ad osservare le disposizioni che la Regione Calabria intenderà emanare in merito, riservandosi comunque il diritto di effettuare ulteriori valutazioni ed eventuali azioni nelle sedi competenti». È quanto dichiara il sindaco di Amantea Vincenzo Pellegrino all’indomani del pronunciamento del Tar in merito all’istanza di sospensione del referendum promossa dal Comune da lui amministrato sull’accorpamento di Campora San Giovanni al comune di Serra d’Aiello.