sabato,Gennaio 28 2023

Cittadella-Cosenza, pagelle: finalmente Zilli e Brignola decisivi

Gli ingressi dalla panchina dei due attaccanti permette al Cosenza di cambiare molto. Buonissima anche la prova dell'altro subentrato Vaisanen.

Cittadella-Cosenza, pagelle: finalmente Zilli e Brignola decisivi

MARSON: VOTO 6 Nel primo tempo lo salva la traversa all’inizio, mentre sul gol può poco. Nella ripresa due buoni interventi, prima e dopo il pareggio, ed un altro così così dove lo salva Vaisanen.
RISPOLI: VOTO 6,5 Prova a spingere con buona continuità ed anche in fase difensiva il Cosenza non soffre quasi mai dalla sua parte. Da una sua rimessa laterale nasce il pareggio.
RIGIONE: VOTO 6 Antonucci non gli dà il tempo di poter accorciare in occasione del gol. Per il resto duella su ogni palla con Beretta e chiude i varchi centralmente. Nel finale sale di tono.
MERONI: VOTO 6 Confermato in mezzo alla difesa. Le sue scivolate sono provvidenziali in più di un’occasione. Non soffre la mobilità di Tounkara ma si arrende all’infortunio a fine primo tempo
MARTINO: VOTO 5 Va completamente a vuoto sul rilancio da dietro che si svilupperà poi con il vantaggio del Cittadella. Esce per infortunio e non ha l’occasione di potersi rifare.


VOCA: VOTO 5,5 Non legge in tempo l’azione del vantaggio granata. Avrebbe dovuto assorbire Antonucci ma non fa in tempo. Si alterna con Calò in regia e prova ad accompagnare l’azione.
CALO’: VOTO 6 Appare molto nervoso. Non riesce a mettere le sue geometrie a disposizione dei compagni di squadra. Spreca una buona chance nel primo tempo. Nel secondo tempo riprende le redini del centrocampo e torna a giocare come sa.
BRESCIANINI: VOTO 5,5 Si allarga molto a sinistra e, come sempre, quando ha palla è praticamente impossibile portargliela via. Peccato che sia molto compassato nella sua azione. Soffre la dinamicità del centrocampo di casa.


MEROLA: VOTO 6 Non ha palle buone per rendersi pericoloso ma è reattivo dalla sua parte. Sacrificato per cambiare modulo.
LARRIVEY: VOTO 6 Di testa ne prende tante. Palla a terra non è impeccabile. I difensori del Cittadella leggono sempre prima i suoi movimenti. Ma lotta fino alla fine.
D’URSO: VOTO 5,5 L’ex di turno non incide per come vorrebbe. Parte da sinistra ma svaria molto per toccare più palle possibili. Nella ripresa prima trequartista e poi di nuovo a sinistra. Grande impegno ma nessun guizzo.
VIALI: VOTO 6
La sua squadra regala il primo tempo al Cittadella visto che non tira mai in porta ed è sorpresa dall’aggressività dei padroni di casa. Nella ripresa aggiusta le cose cambiando modulo tre volte (4-3-1-2, 4-4-2 e poi di nuovo 4-3-3). La duttilità tattica e gli ingressi dalla panchina regalano un altro Cosenza che con un po’ più di fortuna avrebbe potuto anche vincerla.

SUBENTRATI
ZILLI: VOTO 7 Il suo ingresso cambia la gara. Sgomita, tiene palla, prende falli. Poi due assist: uno vale il pareggio, l’altro è sprecato da Kornvig. Bentornato.
VAISANEN: VOTO 7 Pericolosissimo in area avversaria dove va vicino al gol in due occasioni. Provvidenziale nella propria, dove è sempre puntuale e salva sulla linea sul tiro di Antonucci.
BRIGNOLA: VOTO 7 Entra con la voglia di spaccare il mondo e trova un gol che vale un punto preziosissimo per i suoi. Si sacrifica in copertura. Di uno come lui il Cosenza ha bisogno.
KORNVIG: VOTO 5,5 Ha sui piedi la palla della vittoria. La spreca tirando addosso al portiere.

Articoli correlati